Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 24 Maggio - ore 08.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"Viale Fieschi rimane così, riqualificarla costa troppo"

Parla l'assessore Ruggia che fa un bilancio del verde urbano: "Abbiamo fatto molto rafforzando il polmone verde della città".

`Viale Fieschi rimane così, riqualificarla costa troppo`

La Spezia - Tanti progetti e un solo rimpianto, non poter dare nuova vita agli alberi di Viale Fieschi. E’ questo il pensiero dell’assessore al verde urbano Cristiano Ruggia che fa un breve cronoprogramma sui progetti del tavolo e del regolamento del verde. Non sempre tra i comitati e l’assessorato però è filato tutto liscio. Proprio per questi screzi ,ormai due anni fa, è stato istituito il tavolo del verde all’interno del quale sono presenti anche le associazioni ambientaliste spezzine e i comitati cittadini.
A pochi giorni dalla fine del 2016, l’assessore ha ribadito che la politica dell’amministrazione in merito alla gestione del verde si è basata sulla restituzione e la nascita di nuovi parchi per la cittadinanza.
“Credo che moltissimo si sia fatto in questi anni - spiega ai taccuini di CDS – per la riapertura di parchi chiusi: Villa Ferrazzi, La Pieve, Viale Alpi, Melara. A queste restituzioni si aggiungono le aperture di nuove aree dedicate alla cittadinanza si pensi al Cannocchiale al Favaro, quello delle Clarisse in centro. Nuove aree verdi nelle periferie: Favaro alto, il mattone, la lizza, Ruffino, la Gira. Sono stati sostituiti tutti gli alberi malati e ripristinati i filari in viale Aldo Ferrari, viale Amendola via Monfalcone, Viale Italia e ripiantumati aranceti nell’Umbertino e al Canaletto che erano ormai scomparsi. Tutte le rotatorie sono state allestite a verde. E nei giardini pubblici sono stati fatti molti interventi di riqualificazione si era cominciato con il ripristino del datario e si è terminato con il ripristino della Roccaglia con la collaborazione del Graden Club. Due elementi davvero importanti per l’immaginario collettivo spezzino”.

Il regolamento del verde, definito come una priorità, ha già prodotto qualche effetto?
“Abbiano registrato riscontri molto positivi rispetto all’entrata in vigore del regolamento. Non sono state fatte sanzioni ma l’attenzione per il rispetto soprattutto delle alberature relativamente agli scavi è salita considerevolmente. Finalmente la maggior parte delle imprese che opera per manutenzioni o posa dei sottoservizi ha maturato la consapevolezza di dover intervenire con più attenzione e adottando i criteri previsti dal regolamento. Infatti prima di intervenire è divenuta buona pratica interpellare il personale dei nostri Uffici. Inoltre i membri del Tavolo del verde ( previsto nel regolamento del Verde) contribuiscono in modo molto efficace alla individuazioni di criticità che vengono sottoposte all’attento esame del Tavolo stesso, con indubbi effetti preventivi molto efficaci”.

Quali progetti sono attualmente in corso per rafforzare il verde cittadino se sì dove?
“Il progetto più importante per incrementare il verde è sicuramente quello relativo alla convenzione con Azzero CO2 che prevede la fornitura e messa a dimora di 2500 piantine forestali in aree comunali: parco del 2 Giugno, Palasport, rotonda degli Stagnoni, scuola di via Bologna, scuola Fontana di via del Canaletto, un progetto che vedrà la partecipazione degli insegnanti e degli alunni delle scuole”.

Anche se mancano pochi mesi allo scadere del mandato, qual è il progetto più ambizioso, riguardo al verde urbano, sul quale state lavorando e che consegnerete entro le elezioni?
“La piantumazione delle 2500 piantine è senza dubbio il progetto più importante da realizzare da qui alla fine del mandato. Vorrei consolidare ulteriormente il lavoro del Tavolo con l’avvio del censimento informatico degli alberi che era uno degli obiettivi prefissati. L’unico grosso rimpianto è non aver ripristinato i filari di alberi di Viale Fieschi. Vuoi per una questione di scadenza del mandato e per i costi molto alti per quest’operazione”.



Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure