Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 14 Luglio - ore 22.00

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Subappalti temporanei, a settembre nuove assunzioni"

Il presidente di Atc Esercizio Gianfranco Bianchi e l'amministratore delegato Francesco Masinelli hanno parlato di fronte ai membri delle commissioni II e V dell'organizzazione dell'azienda e della gestione dell'emergenza.

150 al giorno in cassa integrazione
"Subappalti temporanei, a settembre nuove assunzioni"

La Spezia - Il ricorso al subappalto è solamente temporaneo e a settembre ci saranno nuove assunzioni in Atc Esercizio. Lo hanno dichiarato nel corso della seduta in videoconferenza delle commissioni consiliari II e V il presidente e l'amministratore delegato della società che gestisce il trasporto pubblico nello Spezzino. Gianfranco Bianchi e Francesco Masinelli, invitati in audizione su input di Guido Melley e Umberto Costantini, hanno affrontato i temi della gestione dell'emergenza Covid-19 ma anche quelli delle relazioni sindacali e dell'aumento dei servizi ceduti a Seal, messi sul tavolo della discussione dai sindacati una settimana fa.

Masinelli ha ripercorso quanto fatto nel corso delle drammatiche settimane del lockdown: “I provvedimenti sono spesso stati presi in fretta e furia perché l'epidemia si stava diffondendo rapidamente. Senza attendere indicazioni dal governo abbiamo limitato la possibilità di avvicinarsi al conducente e ridotto spontaneamente il numero massimo di passeggeri a bordo. Abbiamo sempre privilegiato la sicurezza. E anche per questo abbiamo scelto di far guidare solo il numero di autisti che ritenevamo necessario, per salvaguardia della salute e per contenere le perdite. Alcune sigle non sono state d'accordo, ma l'utenza si è ridotta sino al 95 per cento, e pertanto abbiamo alleggerito il costo del lavoro ricorrendo alla cassa integrazione e alle ferie e mediamente su 150 persone in cassa ogni giorno 140 erano volontarie. Il numero di passeggeri è stato ridotto a 22 e ora si sta tornando a 40/45 e su linee come L e P raddoppiamo o triplichiamo le corse. E ora, complici alcuni prepensionamenti, abbiamo poco personale a disposizione. Per questo siamo ricorsi al subappalto, che è una misura temporanea, mentre abbiamo avviato la procedura per l'assunzione di nuovi autisti e speriamo per settembre, al massimo ottobre, di poterne assumere. Le tensioni sindacali sono parziali: la maggior parte delle sigle dialoga con l'azienda, altre sono legittimamente più critiche”.
“Non dimentichiamo che la prima indicazione del governo era di restare a casa, e su questa ci siamo parametrati. Ora – ha aggiunto il presidente Bianchi – siamo nella fase più delicata, quella di incremento del servizio e lo stiamo facendo seguendo le esigenze dell'utenza. Nelle prime settimane abbiamo avuto qualche problema con i cantieri di Muggiano: in buona parte sono stati risolti, ma serve un tavolo con il prefetto su questo argomento, che necessita una certa programmazione. E a questo proposito abbiamo già iniziato a lavorare per organizzare il servizio di trasporto scolastico da settembre”.

Da Melley sono giunte richieste di approfondimento del rapporto con Fincantieri, mentre Paolo Manfredini ha chiesto maggiori delucidazioni sulla ripresa del trasporto scolastico. Fabio Cenerini ha posto un interrogativo sulle modalità di svolgimento della sanificazione delle vetture e Costantini ha introdotto l'ultima vertenza resa nota dai sindacati, quella sulle difficoltà di transito a Porto Venere (leggi qui ).

Riguardo alla gestione delle presenze a bordo l'ad Masinelli ha chiarito che in realtà “non esiste un numero massimo, non una sanzione e non è stato conferito nessun potere sanzionatorio al conducente. Per questo abbiamo detto agli autisti di fermare l'automezzo e invitare una parte dei passeggeri a scendere richiedendo al contempo l'invio di una vettura di supporto. I servizi a prenotazione – ha proseguito – sono stati per lanciati sia per far fronte all'emergenza Covid, sia per prendere coscienza di quali linee sono meno utilizzate. La limitazione delle corse per Porto Venere al Cavo è in teoria fattibile, ma preciso che per un autobus che porta 100 persone significa che servono tre pulmini, il che si traduce in una spesa di 450mila euro l'anno per poter fornire il servizio. Si può fare ma qualcuno lo deve pagare...”.
Capitolo assunzioni. In questo ambito Masinelli ha ribadito di voler cambiare metodo: “Quello dell'autista è un mestiere complicato. Ci sarà, come logico, un test di guida e poi un corso di qualche giorno nel quale valuteremo la risposta dei candidati in materie come il primo soccorso e la gestione dell'ansia e delle problematiche. A settembre se potremo assumere faremo calare la quota dei subappalti. Se il servizio di trasporto scolastico andrà in porto avremo bisogno di almeno una decina di nuovi dipendenti”. Sull'igienizzazione quotidiana è stato spiegato che è in corso, ma che si stanno cercando alternative per ridurre i costi, mentre l'accordo con Fincantieri per l'allestimento di alcune vetture dedicate potrebbe presto essere oggetto di revisione, con il coinvolgimento di altre aziende del luogo.
Sul fronte del trasporto scolastico Bianchi ha annunciato che presto Atc Esercizio incontrerà i Comuni e poi sarà il turno dei dirigenti scolastici per organizzare il servizio nel modo migliore possibile.

Emanuele Corbani ha proposto di effettuare con i centri di ricerca locali una simulazione di cinematica di movimento lungo la Napoleonica, visto che ci sono già contatti per studiare i flussi alle fermate, e ha domandato che fine abbiano fatto i vigilantes a bordo.
“I vigilantes il primo anno hanno fruttato 250mila euro netti di riduzione dell'evasione e l'anno seguente ben 400mila. Non abbiamo mai interrotto il servizio e oggi a bordo dei mezzi ci sono 6 vigilantes e 6 verificatori nostri”.
In chiusura Donatella Del Turco ha ricevuto rassicurazioni sulla fornitura dei dispositivi di protezione individuale al personale di bordo, “anche nel periodo più difficile, quando purtroppo si riuscivano a reperire
solamente mascherine di scarsa qualità”.
Infine il presidente Giacomo Peserico ha dato la parola all'assessore alla Mobilità Kristopher Casati che si è detto soddisfatto per la risposta dell'azienda all'emergenza: “In altre città non è stato così. Atc si è organizzata e siamo arrivati sino a realizzare ben 19 bis in un giorno”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News