Città della Spezia Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 23 Aprile - ore 22.49

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"Sempre più presenti sui temi della salute", la promessa degli oltre duemila infermieri spezzini

"Sempre più presenti sui temi della salute", la promessa degli oltre duemila infermieri spezzini

La Spezia - Si è svolta oggi presso la sede di Via Taviani l'annuale assemblea dell'Ordine degli Infermieri, che per la prima volta ufficialmente, con Legge 3/18, transita dalla vecchia definizione di Collegio Ipasvi (un tempo riservato alle professioni diplomate) a quella di Ordine, oggi composto da molti professionisti sanitari in possesso di laurea triennale o magistrale.
La nuova sigla è Opi, cioè Ordine delle professioni infermieristiche, con due albi professionali all'interno: quello degli infermieri (ad oggi 2.004 iscritti) e quello degli infermieri pediatrici (42 iscritti).

Come da tradizione, sono stati illustrati i programmi svolti nel 2017 e annunciati quelli del 2018: l'Ordine, che per mandato si occupa non solo dei propri iscritti, ma soprattutto dei cittadini del territorio attraverso il sostegno della Sanità disponibile, ha annunciato la volontà di essere sempre più presente come tratto d'unione ed informazione sui temi della nostra salute, che a tutti premono, ragionando di politica sanitaria con le istituzioni locali e regionali.

A breve l'annuncio di nuove iniziative che coinvolgeranno coloro che, fra gli oltre duemila iscritti spezzini, vorranno collaborare con la propria professionalità, oltre naturalmente ai diciannove componenti il Direttivo eletti nel settembre 2017.

Nel corso dell'assemblea ha brevemente relazionato sul tema dei nuovi Ordini il Presidente di OPI Imperia, Severino Borri, l'ospite introdotto dal Presidente spezzino Gian Luca Ottomanelli; successivamente la Tesoriera Cinzia Pisarelli ha presentato i bilanci, approvati dall'assemblea degli iscritti; e infine il responsabile della formazione ECM Francesco Falli (Vice presidente) ha descritto le future giornate di studio accreditate del primo e secondo semestre 2018.

Sono stati premiati alcuni team professionali, per le segnalazioni che direttamente i cittadini hanno inviato all'ordine professionale spezzino negli ultimi mesi: le segnalazioni relative al personale infermieristico della nostra ASL hanno riguardato la Oncologia spezzina del S. Andrea; quindi l'hospice di Sarzana, ed infine le cure palliative domiciliari della nostra sanità pubblica.
Con emozione il personale sanitario infermieristico ha ritirato i riconoscimenti, giunti a seguito di non poche, ripetute segnalazioni positive dell'utenza; un punto di forza che ha riguardato il personale di molte strutture della Azienda sanitaria spezzina,anche se oggi non citate tutte: e questo va sottolineato.

Per la Sanità privata un riconoscimento è stato attribuito - per gli stessi motivi- al personale sanitario infermieristico del Sacro Cuore di Brugnato, presente anche col Direttore Sanitario Roberto Mascolo: in questo caso OPI la Spezia ha voluto premiare anche la costante ricerca di innovazione, che vede gli ospiti (e i professionisti) della struttura a contatto con nuove modalità di cura, come il Giardino Alzheimer e la Trenoterapia.

Ulteriori riconoscimenti a Seba Catania, un infermiere esperto del 118 spezzino, che partecipa attivamente alle iniziative di OPI rivolte al cittadino, come i corsi di primo soccorso: la scelta è avvenuta anche in rappresentanza di tutti quegli infermieri attualmente ''bloccati'' in turno dalla Legge Fornero.
Catania è infatti della classe 1958, in servizio da molti anni nel campo dell'emergenza e continua a lavorare sui turni nelle 24 ore: una situazione semplicemente critica per molti aspetti e che ancora non incontra il giusto riconoscimento nè dai contratti nè dalle forme previdenziali.
Infine, un caldo applauso ha salutato la consegna di una targa speciale alla Tesoriera storica dell'ormai ''chiuso'' IPASVI la Spezia, Pina Scuto, che ha dedicato moltissimi anni, e tanto tempo libero, alla istituzione degli infermieri spezzini, e che è volontariamente uscita dal Direttivo nel corso delle ultime elezioni per lasciare , come dice lei, ''il giusto spazio ai ragazzi''.

Gli iscritti presenti erano circa ottanta; inoltre erano delegati al voto altri quindici iscritti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










Stagione virtualmente finita in casa Spezia, tempo di bilanci. Chi merita la conferma nel settore tecnico secondo i lettori?

































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News