Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 07 Marzo - ore 18.50

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Sei mesi per evitare che le famiglie finiscano in mezzo alla strada"

Presidio dei sindacati degli inquilini Sicet, Sunia e Uniat sotto al Palazzo del governo: "Con lo sblocco degli sfratti e dei licenziamenti le preoccupazioni sono fortissime, servono soluzioni concrete. Pronti a scendere in piazza".

"una bomba sociale pronta a esplodere"
Emergenza abitativa

La Spezia - "Gli sblocchi degli sfratti e dei licenziamenti rischiano di far deflagrare una bomba social"e. E' un grido d'allarme globale colto anche dai sindacati degli inquilini, alla Spezia, che questa mattina hanno incontrato la prefetta Maria Luisa Inversini affinché si faccia carico, con il governo, di tenere alto il dibattito ma soprattutto trovare soluzioni concrete ed evitare che le famiglie, travolte dalla crisi economica legata al Covid 19 e non solo, si ritrovino in mezzo a una strada.
Ed è per questo motivo che la mattinata si è aperta con un presidio dei sindacati degli inquilini Sicet, Sunia e Uniat sotto al Palazzo del governo. Le preoccupazioni sono forti.
"I dati in nostro possesso sono preoccupanti - spiega Cristiano Ruggia presidente provinciale del Sunia -. Al governo devono arrivare le nostre istanze, perché la riduzione del blocco degli sfratti al 30 giugno potrebbe essere davvero un problema. E' fondamentale che nell'arco temporale, da qua allo sblocco, vengano messe in campo delle azioni concrete di mitigazione di questa problematica. Serviranno delle attività di compensazione anche per i proprietari. C'è una difficoltà cronica a pagare gli affitti legata alla crisi occupazionale, in particolare, del turismo e del suo indotto, del commercio. Le ripercussioni sul settore abitativo sono inevitabili".
"Noi proporremo - ha proseguito Ruggia - come sindacati che vengano messe in campo delle azioni concrete: si potrebbero avere compensazioni nei confronti dei proprietari, riduzione degli affitti, dell'Imu e della cedolare secca. Siamo propositivi ma a livello nazionale serve una svolta. Al Comune della Spezia abbiamo anche chiesto un incontro per la riapertura dei tavoli per la contrattazione dei canoni concordati. Attendiamo sviluppi delle azioni che verranno messe in campo a livello nazionale, ma siamo pronti anche ad una grande mobilitazione per i problemi della casa".
Al presidio era presente anche il presidente regionale del Sunia, Franco Bravo, che ha dichiarato: "In commissione bilancio è stato firmato un'ordine del giorno che ha anticipato drasticamente la scadenza del blocco agli sfratti. Siamo contrari e in questi sei mesi servono per trovare delle soluzioni strutturali. Gli interventi devono garantire un abbassamento degli affitti e un ristoro per i proprietari. Sono proposte attuabili con l'azzeramento dell'Imu da parte dei comuni oppure riducendo la cedolare secca. Serve un piano nazionale per l'edilizia nazionale pubblica, che al momento non c'è".
Sono centinaia gli spezzini che si rivolgono ai sindacati degli inquilini anche per chiedere aiuti economici, perché pagare l'affitto diventa sempre più complesso.
"L'emergenza è latente ma sta per scoppiare - spiega Mara Fadda, responsabile dell'Uniat della Spezia -. Se sommiamo tutte le situazioni di criticità economica e sociale gli effetti sul territorio rischiano di essere devastanti. Se non ci saranno proroghe su licenziamenti e affitti saranno problemi difficili da affrontare. Ieri è uscito l'elenco delle attività che sono state chiuse: la Spezia ha avuto il maggior numero di chiusure delle attività economiche. Senza azioni incisive rischiamo di avere persone anziane, famiglie con bambini e disabili in mezzo alla strada".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sicet, Sunia e Uniat sotto al Palazzo del governo


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News