Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 20 Maggio - ore 22.33

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Scuole in ginocchio per un temporale più forte del solito" | Video

L'istantanea di Rete-LSP/UDS registra disagi in diversi istituti cittadini. Al Liceo Mazzini studenti e personale Ata si sono rimboccati le maniche per asciugare con stracci e secchi.

"Non chiamatele fatalità"
"Scuole in ginocchio per un temporale più forte del solito"

La Spezia - Strade, ferrovie, alberature, marciapiedi e chi più ne ha più ne metta. L'ondata di maltempo ha colpito l'intera provincia spezzina causando disagi a tutta la viabilità, ma non solo. Per l'ennesima volta gli edifici scolastici sono stati colpiti in modo evidente per colpa di un temporale di entità maggiore rispetto al solito. Molti, a conti fatti, gli istituti allagati, soprattutto quelli periferici della città. A cominciare dall'Itis Capellini, in Viale San Bartolomeo, dove l'acqua piovana ha allagato molte classi scorrendo senza impedimenti dalle giunture tra le finestre e le pareti e in alcuni casi (come per la palestra) l'acqua precipitava direttamente dalle coperture o, peggio ancora, l'acqua si è infiltrata in laboratori con apparecchiature elettriche, che peraltro non dovrebbero essere nemmeno esposte all'umidità.

Al Liceo Artistico "Cardarelli" a Montepertico, alcune classi sono state allontanate perché l'acqua, trapassando il muro, è arrivata a toccare le prese elettriche. All'Istituto Tecnico per Geometri in Via Carducci l'acqua fluiva dalla copertura (che doveva essere rimossa un anno fa e sostituita) a catinelle sulla pavimentazione e anche qui si infiltrava tra le finestre e le pareti in tutti i corridoi e in numerose aule. Infilitrazioni anche all'Istituto Professionale Einaudi di Via Lamarmora e al Liceo Mazzini, nel complesso del 2 giugno. Qui sono stati direttamente i ragazzi con l'aiuto del personale ATA a cercare, nel loro piccolo, di contenere i danni asciugando con stracci e limitando gli allagamenti con dei secchi. Rete-LSP/UDS attacca le istituzioni: "Incredibile e scioccante che tutto ciò accada nonostante sia ormai di dominio pubblico la carenza degli istituti in termini di edilizia. Le condizioni strutturali costituiscono sempre di più un emergenza e parimenti sempre di meno una priorità per le nostre istituzioni. È necessario subito che si intervenga nella messa in sicurezza degli edifici e si investa in un piano straordinario per l'edilizia scolastica, in un Paese dove oltre la metà del totale degli edifici non sono a norma".

Gli studenti proseguiranno il loro stato di agitazione permanente: "Chiediamo alla Provincia il più rapido intervento e un piano effettivo che programmi la messa in regola degli edifici scolastici esistenti affinché venga finalmente considerata al primo posto la sicurezza di studenti, docenti e personale ATA. Categorie che non meritano di rischiare la propria vita per esercitare un proprio diritto. Non è la prima volta che denunciamo ciò, ci auguriamo possa essere l'ultima. Ma non chiamate tutto ciò fatalità: ci sono precise responsabilità, è ora che qualcuno se le assuma".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Video

04/04/2019 - Pioggia dalle finestre a scuola

In palestra
Acqua dalle finestre
Acqua nel pavimento a scuola


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News