Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 17 Dicembre - ore 22.20

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"Rifugiati di ieri e di oggi, la Memoria non è solo la Shoah

`Rifugiati di ieri e di oggi, la Memoria non è solo la Shoah

La Spezia - "Oggi, 72 anni fa l'armata rossa buttava giù i cancelli del campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau e rivelava all'intera umanità le atrocità della follia nazista nel tentare di spazzare via un'intera etnia. Da quel giorno il mondo ha fatto tanti passi avanti per tutelare tutti, ciò attraverso carte dei diritti, convenzioni, trattati, risoluzioni Onu e Costituzioni nazionali rigide e democratiche, ma tutto ciò non è ancora sufficiente perché ancora oggi quando si parla di interessi e conflitti prevale sempre l'interesse di pochi su quello di tanti....
Il 27 gennaio è una data da non dimenticare, ma pare che molti si siano già dimenticati tutto, anzi forse i miei coetanei non sanno neanche quello che è successo. Man mano che passano gli anni le vecchie generazioni, custodi della memoria lasciano spazio a quelle nuove, non è nulla di nuovo, è cosi che la vita funziona. Ma c'è un compito fondamentale che le vecchie generazioni, quelle della guerra, della Resistenza e della dittatura devo fare: trasmettere ai giovani i ricordi e le proprie testimonianze affinché il passato non venga reiterato. Ma questo talvolta non accade!

La coperta della Memoria sembra sempre più corta, e tutti noi dovremmo meditare attentamente sui fatti storici, soprattutto sulla Shoah perché anche oggi, nel 2017 sotto gli occhi di tutto il mondo si stanno compiendo altri crimini contro l'umanità. Non ha senso ricordare quando si potrebbe benissimo prevenire queste tragedie, cosi facendo avanziamo dal commemorare ulteriori vittime e salviamo migliaia di vittime innocenti, ma forse come dice Papa Francesco: "Il dio denaro è più forte di qualsiasi altro interesse umano, anche della stessa umanità, che dovrebbe prevalere su tutto ma non sempre è cosi.."

Proprio come afferma il Santo Padre, ormai l'interesse di pochi prevale su quello di molti anche a costo di migliaia di vite di donne, bambini e anziani. Guardiamo a ciò che sta succedendo nel Medioriente e in particolar modo in Siria, alle continue notizie di bombardamenti che i civili subiscono, alle migliaia di rifugiati che sono rinchiusi in Turchia, un paese che storicamente rappresenta un ponte tra due civiltà che si è trasformato in un enorme campo di concentramento a cielo aperto. In molti paesi i rifugiati sono costretti a vivere in condizioni pessime, persone umiliate e calpestati da un'Europa che cosi come durante la Shoah, anche oggi fa finta di non vedere i soprusi, e con soprusi intendo quelli commessi in piena Europa, pensiamo solo a quanto sta accadendo nell'Ungheria di Orban o in Serbia e in Macedonia. I paesi europei e non solo, sembrano cadere, uno dopo l'altro, vittime del nazionalismo.
Oggi più che mai bisogna ricordare le tragedie del passato ma questo non è più sufficiente, perché ormai ricordare la Shoah non basta, bisogna esercitare La Memoria con atti concreti tutti i giorni e non solo una volta all'anno. Ma sembra che le cose funzionino cosi al giorno d'oggi: finché la questione non ci tocca direttamente non alziamo ciglio, è un comportamento tipico del uomo del 21esimo secolo. La storia insegna tanto, ma per imparare serve anche un buon alunno e l'Europa di oggi non lo è...."

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure