Città della Spezia Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 19 Giugno - ore 14.04

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"Piano del traffico privo di visione strategica complessiva"

Le associazioni di categoria e Automobil club esprimono il proprio parere nei confronti del Pums-Put presentato dall'amministrazione comunale e in particolare su Piazza Cavour, ampliamento della Ztl e parcheggio di interscambio vicino a Le Terrazze.

Le osservazioni
"Piano del traffico privo di visione strategica complessiva"

La Spezia - Rete Imprese Italia e Automobil Club La Spezia hanno recentemente siglato il "Patto sulla mobilità di persone e merci nel territorio della Spezia", condividendo l'esigenza - nell'interesse di coloro che utilizzano l'automobile e di coloro che operano nelle varie categorie del commercio e dell'artigianato - di un impegno congiunto di analisi, studio, proposte, iniziative sulle questioni decisive per la sostenibilità economica, sociale e ambientale del sistema della mobilità: il miglioramento della viabilità e dell'interscambio; il miglioramento dei servizi ferroviari locali; l'espansione della ciclopedonalità; il miglioramento del trasporto collettivo e individuale; l'adeguamento dei parcheggi; la riorganizzazione del trasporto e della consegna delle merci; lo sviluppo dei servizi flessibili; lo sviluppo del trasporto marittimo nel Golfo; l'integrazione delle tecnologie.
Ne consegue il grande interesse a seguire con attenzione, condividendone gli ambiziosi obiettivi di riequilibrio modale degli spostamenti, il lavoro di pianificazione della mobilità che l'amministrazione ha avviato con il documento dal titolo "PUMS-PUT Piano Urbano della Mobilità Sostenibile e Piano Urbano del Traffico", rappresentando l'interesse e la volontà di essere compartecipi in tali percorsi.

Rete imprese Italia e Automobil club della Spezia ritengono, a questo proposito, di rappresentare come sia indispensabile che l'amministrazione comunale arrivi con adeguata tempistica ad assumere decisioni in merito alle problematiche che di seguito vengono elencate, tenendo comunque ferma la necessità prioritaria di salvaguardare il centro storico della città nonché le attività che in esso insistono e che rappresentano il cuore pulsante della comunità locale.

Venendo a considerazioni di sostanza ma di carattere più generale, le due organizzazioni hanno inviato al Comune una lista di interventi che considerano necessario mettere in atto da subito:
- fissare un cronoprogramma delle varie fasi e delle attività dei primi 3 anni, necessario per calendarizzare le tempistiche e monitorare gli interventi, in passato troppo spesso disattesi;
- la creazione di un sistema integrato di monitoraggio della mobilità, con banca dati unica al servizio dei sistemi di infomobilità per favorire l'incontro tra domanda e offerta;
- l'attività di un soggetto societario (Agenzia locale) per migliorare l'accessibilità, l'integrabilità e l'interoperabilità dei servizi legati alla mobilità;
- la riorganizzazione dell'Ufficio del Mobility Manager del Comune quale utile supporto alle attività di coordinamento, monitoraggío, pianificazione della mobilità;
- la riconsiderazione del ruolo del trasporto marittimo e del trasporto ferroviario con l'obiettivo del riequilibrio modale, strutturando in tal senso una stazione marittima passeggeri del Golfo sulla Passeggiata Morin a supporto anche di un'offerta di servizi ai turisti più variegata e la Stazione ferroviaria di Migliarina come terminale sia di una metropolitana leggera ad uso dei pendolari con la Val di Magra e i Comuni limitrofi sia come snodo per i treni diretti alle 5 Terre con offerta di servizi adeguata;
- il riesame dell'offerta del Trasporto Pubblico su gomma in qualità e quantità,
sia nella componente itinerari, orari, frequenze sia nella promozione di contratti particolari con il servizio di taxi, taxi collettivi, navette, car sharing; in particolare ai servizi di taxi andrebbe dedicata una più profonda attenzione per servizi con modalità innovative per gli utenti per favorire la domanda e l'utilizzo dei mezzi. A questo proposito, si evidenzia la problematica legata alla sicurezza nella circolazione delle auto private all'interno del piazzale della Stazione ferroviaria riservato ai taxi;
- la riorganizzazione nel centro urbano del trasporto delle merci per razionalizzare distribuzione, arrivi e partenze; in tal senso potrebbe essere
previsto un pass particolare ad un costo sostenibile per gli artigiani (idraulici, elettricisti ecc.) che intervengono nelle ZTL;
- la promozione , la formazione, l'incentivazione della ciclopedonalità in ogni quartiere e frazione del Comune con misure per la qualità e la sicurezza dei percorsi.

Scendendo all'analisi della parte del Piano relativa agli interventi specifici in previsione, Rete imprese Italia e Automobil club della Spezia esprimono le seguenti valutazioni:
Pedonalizzazione di Piazza Cavour: considerando la impossibilità, da parte dell'amministrazione comunale, di realizzare ed attrezzare nuove aree di sosta nelle vicinanze del mercato giornaliero, si esprime parere negativo rispetto alla prospettata pedonalizzazione della piazza e delle strade circostanti. Si propone di confermare la destinazione di parcheggi a pagamento con limitato periodo di sosta per le aree nel perimetro del mercato e di provvedere all'installazione di varchi d'accesso controllati (sbarre ed erogatori di biglietti) e quant'altro necessario a garantire il loro pieno utilizzo quali aree di sosta a servizio del mercato e degli esercizi commerciali del centro cittadino;

Allargamento delle attuali zone pedonalizzate (Via Diaz, quartiere Torretto) o delle attuali ZTL: acquisire il principio che l'allargamento delle pedonalizzazioni o delle ZTL - di cui si condivide la finalità di una migliore vivibilità del centro storico - sia correlato all'acquisizione di equivalenti stalli in superficie pari a quelli sacrificati;

Creazione di parcheggio di scambio nell'area prospiciente il Centro commerciale Le Terrazze: sostanziale contrarietà in considerazione del grave ulteriore vulnus che, in tal caso, verrebbe inferto al centro storico cittadino per motivi del tutto palesi. A tale proposito, tra l'altro si ritiene sensato prevedere nell'area un parcheggio di sosta per i bus turistici che sarebbero accessibili sia all'autostrada (terzo lotto previsto) sia alla Stazione centrale che a quella di Migliarina;

Concludendo, Rete Imprese Italia e Automobil club della Spezia, pur evidenziando che in alcuni passaggi si riscontra genericità negli assunti e superficialità di talune analisi oltreché la mancanza di una visione strategica complessiva che traguardi un riequilibrio dei flussi di traffico insistenti sulla città (si rileva che è assente un capitolo dedicato al
traffico merci connesso all'operatività del porto) e una migliore fruibilità di essa da parte dei cittadini, mettono a disposizione strutture e risorse per la migliore collaborazione possibile nella convinzione della necessità di condivisione delle scelte con i destinatari dei provvedimenti, nel caso in specie imprese e automobilisti della comunità locale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News