Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 11 Agosto - ore 21.04

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Parità di diritti per i poliziotti, rivedere il riordino delle carriere"

"Parità di diritti per i poliziotti, rivedere il riordino delle carriere"

La Spezia - Chiedono un riordino di carriere che permetta a tutti i colleghi di avere gli stessi scatti. E' la richiesta del sindacato Silp Cgil del comparto della Polizia di Stato che questa mattina si è riunito sotto la questura di Viale Italia per manifestare.
"Il 24 febbraio - ha spiegato Paolo Vittori, segretario provinciale del sindacato di polizia Silp Cgil - il governo ha varato un decreto legislativo per la revisione dei ruoli della Polizia di Stato e di tutte le altre forze armate. E' una manovra che coinvolge almeno 470mila persone. Per il settore della Polizia di Stato cerchiamo di far cambiare in Parlamento alcuni punti che non ci soddisfano. Adesso abbiamo tre mesi di tempo prima dell'approvazione definitiva. Lo chiediamo perchè quest'anno siamo riusciti ad ottenere delle risorse importanti, quasi un miliardo proprio per il riordino, vogliamo intervenire sulle disparità degli ultimi anni. Il governo ha fatto un decreto su spinta dell'amministrazione della PS e noi contestiamo la nostra amministrazione perchè non è stata abbastanza incisiva. Noi vorremmo solo un buon riordino".

In breve, le priorità del sindacato. L'ultimo decreto per la revisione dei ruoli risale al 1995 e oggi il Silp scende in piazza per rimarcare cosa non va. "Ad esempio - prosegue Vittori - è stata istituita una figura di coordinatore per le tre carriere apicali (assistenti capo, sovrintendenti capo e sostituti commissari, ndr) dopo otto anni. Noi abbiamo chiesto che questo avvenga dopo cinque anni invece che dopo otto. Poi chiediamo anche delle questioni insanate come il capo del 15esimo e del 17esimo corso che hanno avuto trattamento diverso rispetto ad un pari corso. Chiediamo anche la tutela dei vice ispettori che dovranno partire a breve per un concorso che è stato bandito due anni fa. Ci sono state le selezioni e i 1.400 colleghi che dovranno andare a fare questo corso e rischiano di trovarsi scavalcati da altri che non avevano partecipato. Infine è per noi è una priorità regolarizzare gli ispettori capo che per molti anni sono rimasti nella loro qualifica e non sono riusciti a passare a gradi superiori".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News