Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 21 Settembre - ore 20.18

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia
54,89%
40,53%
2,30%
0,98%
0,39%
0,26%
0,22%
0,21%
0,13%
0,08%
Ultimo aggiornamento: 21/09/2020 19:55:00 Sezioni 609 di 1795

“Padre Luigi sarà missionario… a casa propria”

di Egidio Banti

il ricordo
“Padre Luigi sarà missionario… a casa propria”

La Spezia - Il 16 giugno scorso padre Luiz Carlini, missionario spezzino in Brasile, ha compiuto 75 anni ed ha presentato le dimissioni per limiti di età. Ha scritto al vescovo di Macapá, dom Pedro José Conti, una lettera in cui ringrazia «Dio e questa ex prelatura, ora diocesi di Macapá, per avermi dato l’opportunità di scoprire e crescere, imparare e servire in tante situazioni nel mio cercare di annunciare il Vangelo, in questi 48 anni di presenza, nel cammino della vita e della fede, insieme alla gente». Ha così lasciato il suo ruolo di parroco nella parrocchia di Jesus Bom Samaritano (il nuovo parroco è padre Joseph Kouadio, un missionario del Pime, Pontificio istituto italiano missioni estere, originario della Costa d’Avorio) e si prepara a tornare in Italia per svolgere il suo ministero sacerdotale nella diocesi nella quale venne incardinato nel 1992 dopo aver appartenuto egli stesso al Pime. In tutti questi anni, padre Luiz ha lavorato alla fondazione delle parrocchie di Porto Grande e di Laranjal do Jari, nonché, per quattordici anni, nella parrocchia del Sacro Cuore di Gesù e altri sei anni in quella di Jesus Bom Samaritano a Macapà. "Non è poco, sono stati 48 anni di coraggio, testimonianza, dedizione ed – è bene ricordarlo – in maniera speciale accanto ai più piccoli, ai poveri, ai carcerati", ha detto dom Pedro durante la Messa di commiato. In particolare per molti anni padre Luiz è stato responsabile della pastorale per i carcerati. Molti giovani spezzini lo ricordano per aver incontrato lui e i giovani della sua parrocchia che li hanno accolti festosamente in occasione della Giornata mondiale della gioventù tenutasi proprio in Brasile nel 2013. In occasione della fine del suo mandato, la rivista “Mondo e Missione” gli ha dedicato una lunga intervista, nella quale il religioso spezzino ha detto tra l’altro: "La grazie più grande? Camminare insieme a tutti, anche con i carcerati…”. Ora egli torna nella sua terra di origine, da dove era partito nel 1973. E torna proprio mentre la “vecchia Europa” diventa essa stessa terra di missione. Buon rientro, padre Luigi ...

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News