Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 20 Marzo - ore 19.20

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Ospedale e Variante, la città sta subendo danni ingenti"

Le grandi incompiute insistono nella stessa porzione di territorio e a Levante la paura è tanta: "Al di là dei tempi lunghi, temiamo che il nuovo Felettino non vedrà mai la luce".

"Ospedale e Variante, la città sta subendo danni ingenti"

La Spezia - "Nessuno si sorprenderà se noi continuiamo a dire che la nostra città ed il territorio circostante sono o estremamente sfortunati o governati da persone che sono poco attente (ma da anni si intende) a quelle che sono le opere in corso, sospese da anni ed attualmente legate a dichiarazioni di ripresa lavori (a "babbo morto" diciamo noi)". Da levante l'allarme si propaga in tutto il resto della città per bocca di Rita Casagrande e Franco Arbasetti, animatori storici del Coordinamento dei Quartieri del Levante, quelli che più di tutti subiscono l'industria portuale: "Il mancato funzionamento della sanità spezzina è davanti a tutti e la delusione che subiamo sui temi della costruzione del nuovo ospedale, che non solo non verrà costruito nei tempi stabiliti ma che tutti i cittadini temono non vedrà mai la luce; abbiamo protestato per anni ma ora pare che i più si siano rassegnati, a volte addirittura disinteressati. Il fatto è che i cittadini non sono informati circa le responsabilità di questi gravi errori e delle disfunzioni che diventano cose importanti per rimuovere e creare una situazione favorevole in tempi brevi. E allora basta con le promesse che sono poi prese in giro nei confronti dei cittadini".

Dal nuovo Felettino all'attigua Variante Aurelia, il passo è breve: "Non solo l’ospedale è una vergogna della città, ad esso va aggiunta la Variante Aurelia, che non vede la vita per i clamorosi ritardi dovuti alle contestazioni sul dispositivo di appalto. Ma è possibile che in questa città non esista un’opera che giunga a compimento senza che i progetti approvati (chi li valuta non capisce quello che legge?) non debbano essere modificati magari anche più di una volta? Anche in questo caso di chi sono le responsabilità ?E i cittadini non hanno forse diritto di capire chi fa bene o chi fa male il lavoro che è incaricato di svolgere? Oggi pare ci siano le condizioni per una ripresa dei lavori, noi tutti speriamo sia così ormai e che i ritardi, con i conseguenti danni economici, siano rimasti un brutto ricordo e non ci resta che sperare per il meglio".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News