Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 24 Agosto - ore 13.52

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Nuove telecamere in città per tutelare i giovanissimi"

Sicurezza, Polizia locale, sanità, e Servizi cimiteriali, intervista a Gianmarco Medusei. "L'ospedale? Senza soluzioni costretti a risolvere il contratto e chiedere un 'piano B' alla Regione".

il punto dell'assessore
"Nuove telecamere in città per tutelare i giovanissimi"

La Spezia - Con i quarantamila euro del Ministero dell'Interno per il progetto "Scuole sicure" il Comune della Spezia pagherà gli stroardinari agli agenti di Polizia locale che opereranno nelle zone dove non è ancora possibile installare ulteriori impianti di videosorveglianza. Ed è il caso di Montepertico, quartiere levantino che negli ultimi vent'anni ha avuto un incremento di abitazioni e residenti. Ad annunciarlo è l'assessore leghista Gianmarco Medusei, che assieme a Città della Spezia fa il punto sulle deleghe in materia di Sicurezza, Polizia municipale, Sanità, Servizi cimiteriali.

Tra gli argomenti più caldi quelli relativi a sicurezza e Polizia municipale, per il quale in due anni è stata messa in atto una rivoluzione dei comparti, fino all'istituzione del terzo turno. Arriveranno nuove telecamere?
"Sul tema sicurezza bisogna avere le idee molto chiare. Stiamo ottenendo dei risultati importanti, non per ultimo il calo dei reati del 13 per cento che ci mette in un'ottima posizione a livello nazionale e il mio augurio è che prosegua l'ottimo lavoro in sinergia con tutte le altre forze dell'ordine. Vogliamo proseguire su questa strada anche con l'arrivo del nuovo Questore alla quale dò il benvenuto. Per la sicurezza dei cittadini siamo al lavoro su più fronti partendo dall'attenzione nei confronti di aree sensibili come le scuole: vogliamo disincentivare ogni comportamento che possa rappresentare un rischio per i nostri ragazzi".

Come?
"In particolare con i 40mila euro frutto del finanziamento del Ministero dell'Interno, installeremogli impianti di videosorveglianza a Pegazzano, Via dei Pioppi, Viale Italia e Via della Pianta. Implementeremo anche quelle del centro città, nei tratti più frequentati dai ragazzi che devono raggiungere gli istituti scolastici e anche con un occhio di riguardo per le zone dove si concentra la vita notturna. Per quel che concerne la zona di Via Montepertico, dove non è ancora arrivata la fibra ottica, istituiremo gli straordinari con al Polizia municipale che verranno finanziati sempre da "Scuole sicure". Queste sei nuove installazioni, non servono per controllare delle emergenze sullo spaccio a scuola. Si tratta semplicemente della nostra adesione al finanziamento".

E poi?
"A queste si aggiungono quelle della Protezione civile, che serviranno per monitorare il territorio, ma potranno essere utilizzare anche per la sicurezza pubblica. Verranno installate nei sottopassi allagabili: Valdellora, Via Mario Asso, Fabiano dalla rotonda. Ai fini della sicurezza e viabilità è fondamentale perché così facendo riusciremo a monitorare importanti vie d'accesso. Nella partita della sicurezza, giocano un ruolo importante anche i fondi strategici regionali che porteranno all'installazione di nuove telecamere anche ai giardini pubblici, Via Diaz e al Palco della musica".

La Sanità alla Spezia sta vivendo un momento particolare visti le recenti problematiche sulla costruzione del nuovo ospedale e l'arrivo di un nuovo direttore sanitario. Non sono mancate le polemiche, a che punto siamo?
"Sul nuovo ospedale sottoscrivo quello che ha detto il sindaco Peracchini: se non arriveranno delle soluzioni saremo costretti alla risoluzione del contratto e si chiederà un 'piano B' alla Regione. L'auspicio è che con il nuovo direttore generale i rapporti possano essere sereni. Sono fiducioso per questo nuovo arrivo e ci sarà comunque molto da lavorare sia sui servizi per il cittadino che per le esigenze del personale. Lo scopo del mio assessorato comunque rimane quello di promuovere azioni di prevenzione primaria. E su questo stiamo facendo un grande lavoro: un esempio è il protocollo d’intesa sottoscritto da Asl5, Comune e Commissione Albo Odontoiatri dell’Ordine medici chirurghi e odontoiatri della Spezia. Mi chiedo come mai non sia mai stato fatto prima".

Servizi cimiteriali, altra delega. Sempre più vicina la realizzazione del forno creamatorio, quali sono le novità?
"Assieme all'assessorato ai Lavori pubblici dovevamo dare una risposta a una domanda che la città poneva da tempo. E' un dato di fatto che sempre più persone scelgano la cremazione. Andremo ad appalto per l'affidamento dei lavori e nel 2020 potrebbe essere pronto. Oltre a questo step è mia chiara intenzione attivare una serie di azioni per garantire il decoro di un luogo così importante. Molti lavori sono già stati portati a termine e si intensificheranno nel mese di settembre".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News