Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 19 Ottobre - ore 16.31

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"Non si può morire di lavoro, tutti sono chiamati in causa"

Il prefetto della Spezia Antonio Lucio Garufi ha incontrato le delegazioni sindacali dopo il tragico incidente di ieri al Muggiano. I sindacati: "Perfezioneremo un protocollo sulla sicurezza in modo che si limitino queste morti".

"Episodi gravissimi"
"Non si può morire di lavoro, tutti sono chiamati in causa"

La Spezia - In un anno e mezzo la Spezia è stata segnata da quattro incidenti sul lavoro mortali. L'ultimo episodio risale a ieri quando un operaio 56enne è rimasto schiacciato da una pesante lastra di metallo nei cantieri Antonini al Muggiano. I lavoratori questa mattina si sono uniti in presidio e i sindacati hanno incontrato il prefetto della Spezia Antonio Lucio Garufi.

"Episodi gravissimi - ha detto il prefetto a margine dell'incontro con i sindacati - . Non si può morire, ma vivere, di lavoro. Non sta a me dire se quest'ultimo episodio sia una tragica fatalità oppure un incidente evitabile e di chi sia la responsabilità. Con i sindacati abbiamo fatto il punto della situazione e il confronto con tutti gli attori chiamati in causa. Questo incidente mette il nodo sulla cultura della sicurezza nei luoghi di lavoro. Formazione e cultura della sicurezza sono le basi e nessuno può abdicare alle proprie responsabilità".

Al termine dell'incontro con il prefetto le categorie sindacali hanno spiegato le prossime strategie per limitare il triste fenomeno delle morti sul lavoro. Matteo Tivegna di Fiom Cgil ha spiegato: "Dovrà partire un percorso di maggior coinvolgimento di tutte le parti chiamate in causa vista la condizione attuale del mercato del lavoro. Un aspetto comune è che tutti chiediamo maggiore impegno e coinvolgimento per un reale percorso di ricostruzione di uno stato di diritto e di sicurezza per i lavoratori".

Graziano Leonardi, di Uilm la Spezia, ha dichiarato: "Abbiamo sottolineato che queste stragi sul lavoro devono finire. A questo tavolo seguiranno ulteriori incontri che si basano sulla divulgazione di maggiore informazione e formazione legate ai luoghi di lavoro".
Tavilla di Fim Cisl ha aggiunto: "Abbiamo rivendicato la gravità di questi recenti episodi di morti sul lavoro. Dopo l'incontro di oggi cercheremo di perfezionare un protocollo già istituito nel passato. Cercheremo dunque di concretizzare alcuni punti fondamentali da applicare al mondo del lavoro cercando di evitare questi gravi infortuni che marcano le categorie di edilizia, cantieristica e meccanica".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Il prefetto incontra le delegazioni sindacali


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News