Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 15 Luglio - ore 22.22

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Non posso stare in un ordine insieme a Feltri"

Ruotolo ospite della Cgil La Spezia torna sull'autosospensione in protesta per le parole del direttore di Libero su Camilleri. "Sono incompatibile con chi istiga all'omofobia e al razzismo"

petizione per la radiazione
"Non posso stare in un ordine insieme a Feltri"

La Spezia - “Non so se ci siano gli estremi di un reato penale, di certo non posso stare in un albo professionale insieme a Vittorio Feltri”. Sandro Ruotolo e Paolo Borrometi si sono autosospesi dall'ordine dei giornalisti due giorni fa di fronte alle parole di Vittorio Feltri su Andrea Camilleri. Lo scrittore in fin di vita in un'ospedale, il direttore di Libero aveva scritto: "L’unica consolazione per la sua eventuale dipartita è che finalmente non vedremo più in televisione Montalbano, un terrone che ci ha rotto i coglioni". Ieri, ospite di Avanti Pop!, Ruotolo è tornato sull'argomento: "Non abbiamo chiesto il licenziamento di Vittorio Feltri, ma il pensiero suo, che poi non è tanto diverso da quello che si ritrova all'interno della Bestia di Salvini, è un crimine contro il ruolo del giornalista. Istiga all’omofobia, al razzismo, alla xenofobia e questo non è accettabile".
Nella lettera indirizzata da Ruotolo e Borrometi al Consiglio nazionale dell’Ordine dei Giornalisti si parlava di "incompatibilità" con la presenza di Feltri nello stesso ordine. "Spesso noi giornalisti veniamo accusati di essere subalterni al potere, ma la storia del giornalismo italiano è quello di Tobagi, Casalegno, Alpi, Impastato e Francese. Io sono orgogliosamente giornalista come lo sono stati loro. Siamo un Paese che pensa di avere un’emergenza perché ci sono 49 naufraghi, non immigrati e neanche africani, ma semplicemente naufraghi. Questo quando abbiamo mafia e corruzione... capite il ruolo che deve avere il giornalista in questo contesto, per prima cosa non può andare contro la Costituzione. Vittorio Feltri non la rispetta".
E' stata anche lanciata una petizione per chiedere la radiazione di Feltri dall'albo. In queste ore ha superato le 60mila adesioni. "L’articolo 21 riguarda noi che dobbiamo informare, e dovremo farlo in modo indipendente e autonomo, ma riguarda anche i cittadini che hanno il diritto di essere informati. Spero che ci siano tanti giornalisti e anche tanti lettori a firmare la petizione. Per questo abbiamo tramutato questa lettera aperta all'ordine dei giornalisti in una petizione popolare".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia































Lo Spezia 19/20 prende forma, secondo voi oggi è più forte o più debole del suo predecessore?











Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News