Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 29 Maggio - ore 21.19

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Nel lockdown famiglie temono l'abbandono, noi ci siamo anche per loro"

Greta Bellando di Aidai Liguria: "Ci occupiamo di bambini e ragazzi con disturbo dell’attenzione e iperattività. Dai social network cerchiamo di aiutare, noi ci siamo".

mani tese dai professionisti

La Spezia - Isolamento e social network. La prima è una condizione, l'altro è uno strumento che può rivelarsi utile per alleviarla. Concetti semplici applicati poi alla vita di tutti i giorni da istruttori, sportivi, insegnanti e terapeuti che sui propri canali social propongono lezioni e iniziative. Da questa base parte anche l'esperienza di Aidai Liguria, con la sezione spezzina, che dall'inizio del lockdown cerca di dare supporto a chi ne ha bisogno in materia di disturbi dell'attenzione. A raccontare il progetto approdato sui social, da un paio di settimane, è il segretario e pedagogista Greta Bellando: “L’Aidai è un’associazione presente a livello Nazionale e in Liguria ha sede alla Spezia. Siamo un gruppo di professionisti psicologi, psicoterapeuti,logopedisti, pedagogisti,neuropsichiatri e ci occupiamo di Adhd ovvero di bambini e ragazzi con disturbo dell’attenzione e iperattività. Ci occupiamo anche di sostenere le famiglie. Sul territorio organizziamo da anni percorsi di Parent training per fornire alle famiglie strategie e strumenti per la gestione dei propri figli. Inoltre una volta ogni 2 anni organizziamo un’iniziativa di formazione per professionisti del settore. Nel mese di febbraio Di quest’anno  abbiamo organizzato un corso di un paio di giornate sulla motricità cognitiva nel sistema attentivo ed esecutivo con il professor Benso responsabile scientifico Aidai Liguria. Occupandoci di bambini e ragazzi curiamo anche i rapporti con il mondo della scuola. Il numero di utenti varia di anno in anno. Siamo attivi sul territorio dal 2012, a livello social abbiamo deciso di attivarci maggiormente da un paio di settimane con il nostro gruppo Aidai Liguria”.

Tra i progetti più importanti portati avanti dall'associazione c'è anche “Facciamo gol insieme” che li vede in prima fila con altre realtà spezzine: “Si tratta di un progetto che vede diversi enti coinvolti sul territorio e a capo c’è la Lindbergh - prosegue-. Noi come Aidai abbiamo deciso di digitalizzare i ns servizi. Abbiamo contattato le varie scuole aderenti al progetto informando della possibilità di segnalare alunni e famiglie che potrebbero aver necessità di essere maggiormente sostenuti in questo momento offrendo anche sostegno psicologico a distanza oppure potenziamento abilità scolastiche. Inoltre sulla pagina Facebook vengono caricati molti materiali scaricabili o video che vogliono essere di input per attivarsi a casa. Alcune attività che svolgiamo: esercizi per allenare attenzione e memoria, letture di albi illustrati e proposte legate ad essi, esercizi di mindfullness, momenti dedicati agli adulti per riflettere ed imparare ad “ascoltarci dentro”. Inoltre la proposta è in continua crescita cercando di soddisfare le esigenze di tutti. Via Skype sono inoltre attive due attività di gruppo: Parent training per famiglie e un percorso per adolescenti di scrittura creativa”. 

Il dato principale che questi professionisti raccolgono è che la situazione è molto complicata per molti aspetti sia per i figli che per i genitori che temono di sentirsi perduti: “Sentiamo che è un momento davvero complesso in cui molti elementi di novità sono stati catapultati nelle vite di tutti - prosegue Bellando -. La didattica a distanza è un potente strumento che consente agli alunni di procedere nella routine scolastica ma inevitabilmente mescola le emozioni ed è necessario costantemente reinventarsi per abbracciare le storie di tutti. Credo sia un momento complesso perché le relazioni sono “appese ad un filo” e mai come ora abbiamo scoperto quanto la scuola sia davvero luogo di cura delle relazioni , ma allo stesso modo abbiamo anche imparato a maneggiare strumenti che possono essere molto utili anche per il futuro. I genitori temono di sentirsi smarriti e abbandonati in un tempo indefinito senza la possibilità di pianificare. Vogliamo aiutarli a sentirsi meno smarriti dando spunti per poter coinvolgere i loro figli vivendo e condividendo un tempo, il più di qualità possibile.”.

Le lezioni sono ben equilibrate e supportate dal lavoro di squadra. “Siamo un team molto unito e ci confrontiamo per creare e mettere in campo sempre nuove idee - aggiunge Greta -. Alla domenica pubblichiamo sulla pagina il calendario settimanale cosi che chi ci segue possa anche conoscere l’andamento delle proposte settimanali e possa organizzarsi per rivedere e sperimentare. Abbiamo degli appuntamenti fissi, come ad es la collaborazione con il servizio di Npia dell’Asl 5 che ogni mattina carica sul ns profilo un video con attività utili in linea con quanto riferito sopra. La rete di collaborazioni è ampia e tenderà ad allargarsi perché è importante davvero restare uniti in questo momento di emergenza”.

Prima o poi tutto questo cambierà e si tornerà alla vita normale, cosa resterà dell'esperienza social? Greta spiega e conclude: “Questa esperienza ci ha mostrato i grandi potenziali dei social che, se utilizzati con cura, possono davvero essere un valido aiuto. Sicuramente tutto ciò che stiamo creando non verrà vanificato, anzi potrebbe essere solo l’inizio di un’era sempre più digitale”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




VIDEOGALLERY






















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News