Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 14 Agosto - ore 14.44

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Mio figlio sulla Costa Magica: 88 con la febbre, un solo respiratore"

Cinzia Persico è la madre di Nicola Rubini, 27enne membro dell'equipaggio bloccato ai Caraibi con altri 130 italiani. Ha scritto al ministro: "Non ci sono italiani di serie Z e per questo Le chiedo di intervenire quanto prima".

appello a di maio

La Spezia - L'odissea della Costa Magica è anche quella di Nicola Rubini, 27enne spezzino dipendente della compagnia italiana. Ci sono circa 900 membri dell'equipaggio a bordo, nessun passeggero dopo che questi sono stati sbarcati qualche giorno fa. La nave incrocia pigramente al largo del porto cubano di Moa dopo aver lasciato Philipsburg circa una settimana fa. Dovrebbe lasciare i Caraibi per tornare nel Vecchio Continente portando con sé i circa 130 italiani dell'equipaggio, ma a causa di alcuni casi sospetti di Covid-19 per adesso non c'è il via libera a partire e neanche ad evacuare il personale. Dal 13 marzo scorso Costa Crociere ha annunciato il fermo di tutte le proprie unità.
Cinzia Persico, la madre di Nicola Rubini, ha scritto al ministro degli esteri Luigi Di Maio per cercare di sbloccare la situazione. Non è solo una madre preoccupata, è anche un'infermiera impegnata in prima linea nella lotta al contagio. Quando torna a casa però non trova pace pensando al figlio. "Sono un'infermiera di La Spezia e come tutti, a parte quando mi reco al lavoro, resto a casa. Vorrei però che a casa potesse stare anche mio figlio come tutti gli italiani, ma non può perché attualmente si trova ancora su una nave da crociera, Costa Magica, nel Mar dei Caraibi, perché i porti non li fanno neppure attraccare se non per fare rifornimenti ogni tanto".
"E' lì con altri 970 membri dell'equipaggio, di cui 130 italiani che sono in parte febbrili e con sintomi di Covid -19. Su quella nave, nonostante l'impegno della Compagnia di isolarli il più possibile, ci sono solamente un medico, un dentista, due infermieri e un solo respiratore. Sicuramente avrebbero difficoltà in caso di contemporanei peggioramenti delle condizioni cliniche (ad oggi le persone con febbre in isolamento sono 88). La situazione è alquanto pericolosa e va risolta il prima possibile. Non ci sono italiani di serie A e di serie Z e per questo Le chiedo di intervenire quanto prima per aiutarli a rientrare nel nostro paese, dove chi dovrà potrà fare eventualmente quarantena in modo adeguato e non su di una nave in mezzo al mare. Capisco la criticità e le difficoltà del momento e le vivo quotidianamente col mio lavoro in ospedale, però confido in una risoluzione il prima possibile".

NUMERI LIGURI E SPEZZINI

LEONARDO E MBDA OK ALL'APERTURA

RIENTRANO GLI AUTISTI SPEZZINI BLOCCATI ALL'ESTERO

SUOLE, ZAMPE E VERDURE. COME FARE COL VIRUS?

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia






FOTOGALLERY











Covid-19, cosa ti aspetti nei prossimi mesi?











Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News