Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 15 Novembre - ore 20.29

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"Liguria flagellata, nove milioni di euro per il maltempo sono pochi"

Il consigliere regionale di minoranza Rossetti si appella a Toti e Bucci: "Si facciano azioni concrete"

"pensiamo anche a Ponte Morandi"
"Liguria flagellata, nove milioni di euro per il maltempo sono pochi"

La Spezia - “Due tragedie hanno colpito in pochi mesi Genova e la Liguria: il crollo del ponte Morandi e l’ondata di maltempo della scorsa settimana. Molte persone hanno perso la vita e ci sono stati danni ingenti, che stanno mettendo in ginocchio l’economia della nostra regione. Ma dal Governo non arriverà quasi nulla, a dimostrazione di come Toti e Bucci non contino niente fuori dai confini liguri. Per il maltempo Roma stanzierà appena 9 milioni di euro, che non bastano neppure per coprire le somme urgenze del Tigullio, mentre per il ponte Morandi, dopo 3 mesi, attendiamo ancora l’approvazione di un Decreto legge che, comunque, sarà del tutto insufficiente”. Lo scrive Pippo Rossetti consigliere regionale di minoranza per il Partito democratico che in una nota prosegue: “Le stime fatte dalla Camera di Commercio di Genova sui danni subiti dalle imprese dopo il crollo del Morandi sono molto gravi. Si parla di 422 milioni di euro, fra danni diretti e indiretti. Soldi che, da Roma, non potranno mai arrivare, a meno che non si chieda subito ad Autostrade di fare i lavori a sua spese, liberando i 30 milioni di euro all’anno per 10 anni che il Governo intende stanziare per l’eventuale costruzione del ponte, in caso Aspi non metta a disposizione la liquidità necessaria”.
“Abbiamo sempre sostenuto che ci sarebbe stato un effetto a catena sull’economia - scrive Rossetti -. E i 10 milioni per la cassa integrazione e le altre misure contenute nel Decreto Genova – prima o poi verrà mai approvato – non sono minimamente adeguate a quanto denunciato dalla Camera di Commercio. A tutto questo poi si aggiunge la crisi di molte aziende che, nell’ultimo periodo, ha determinato la perdita di centinaia di posti di lavoro, che drammaticamente si sommano alle persone già licenziate a causa della caduta del ponte”.
“Ci appelliamo a Bucci e a Toti - conclude - per un’azione straordinaria nei confronti del Governo fino a oggi molto debole su entrambi i fronti, quello dei danni per il maltempo e quello del post Morandi. Ma chiediamo anche che la Regione, con il suo Bilancio, si inizi a occupare dei disastri che hanno colpito il nostro territorio. Perché abbiamo capito che il governo-giallo verde ha tutt’altro a cui pensare”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News