Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 21 Maggio - ore 17.40

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

“Liberi di andare…mari, monti e disabilità", tre associazioni per l'integrazione

“Liberi di andare…mari, monti e disabilità", tre associazioni per l'integrazione

La Spezia - L’associazione “Life on the sea onlus”, la fondazione “Ha.rea onlus”, in collaborazione con l'ordine professionale infermieri della Spezia e il Consorzio Cometa di Sarzana, promuovono il progetto “Liberi di andare…mari, monti e disabilità".

La finalità primaria del progetto e’ quella di garantire un congruo numerodi giornate di svago e di socializzazione alle persone con disabilità, organizzando, nel periodo estivo, uscite in mare con la motonave Ibis , uscite nel golfo dei poeti e nelle zone limitrofe alla provincia spezzina,e negli altri periodi uscite programmate in città, colline o montagne accessibili, senza dimenticare della importante possibilità di partecipare ad alcune uscite sulla neve a Folgaria, all’Abetone e al Cerreto, grazie anche ad accordi di collaborazione già in atto con associazioni di maestri di sci per le persone con gravi disabilità.
l’obiettivo che il progetto si pone e’ quello di dare alle persone con gravi disabilità partecipanti dei momenti di socializzazione e di relazione con altre persone in un ambiente diverso da quello frequentato abitualmente, ,dando a queste persone stimoli nuovi e occasioni di arricchimento culturale e anche di promozione e di valorizzazione delle risorse del territorio locale e nazionale.

Nel settembre del 2017 l’incontro tra la fondazione Harea onlus e l’ associazione di volontariato “life on the sea onlus” favorisce la nascita di questo progetto unificando alcune parti dei rispettivi statuti.
promotori e partner.

l’associazione di volontariato “Life on the sea onlus” nasce nel 2010, con lo scopo ben preciso di prestare le proprie attenzioni e il proprio operato a favore di persone con disabilità con una precisa volontà: permettere alle persone disabili di svolgere con piena naturalezza e senza alcuna limitazione le attività natatorie e marinare.

Ibis, imbarcazione d’epoca del 1955, acquistata nel 2016 dalla "Life on the sea onlus", viene proposta come unità madre nel golfo dei poeti a favore delle attività marine per disabili e con non poche difficoltà, si cerca ancora oggi, di adeguare sempre più la motonave affinché le persone con disabilità possano avere la possibilità di vivere il mare in sicurezza e con serenità.

Alla guida della "Life on the sea" , uomini della marina militare italiana in servizio attivo, in quiescenza e non solo. La fondazione Ha.rea onlus nata anch’essa nel 2010 per volontà di persone e familiari di cerebrolesi, disabili in situazione di handicap grave ai sensi dell'articolo 3 comma 3 della legge 104 del 1992, che si impegnano per garantire e tutelare la qualità della vita ed il futuro dei ragazzi cerebrolesi durante tutto l'arco della loro esistenza. La fondazione si propone di promuovere una serie di iniziative per aiutare i cerebrolesi a sviluppare le loro capacità e ad acquisire una propria autonomia personale promuovendo comunque nel territorio la cultura dell'accoglienza e della disponibilità verso i cerebrolesi.
gli interventi della fondazione sono mirati a promuovere iniziative dirette al conseguimento di finalità particolarmente significative nel campo sociale, ambientale, culturale e della solidarietà civile per affermare il valore della vita, migliorarne la qualità e contrastarne l'emarginazione.
Il Consorzio Cometa di Sarzana, lavora da molti anni nell’ambito sociale fornendo prestazioni di assistenza a giovani con problemi di dipendenze ed emarginati in genere e gestisce sia direttamente, sia tramite cooperative socie, le attività sono finalizzate all’inserimento lavorativo.

L'ordine delle professioni infermieristiche spezzino, Opi vuole essere presente, con i suoi professionisti, dove si fa un concreto ed utile intervento di aiuto. questo può essere il caso delle uscite in barca con i ragazzi speciali partecipanti al progetto “Liberi di andare… mari, monti e disabilità”, dove la presenza di infermieri esperti può rappresentare una misura di sicurezza aggiuntiva e di impegno professionale. Opi e’ lieto di partecipare e spera di poter continuare a lungo con questa iniziativa di grande rilievo per i ragazzi coinvolti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News