Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 12 Novembre - ore 22.15

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"La manutenzione dei sommergibili pronta a ritornare in arsenale"

Nel corso della cerimonia del cambio al vertice tra l'ammiraglio Corona e l'ammiraglio Benedetti è stato fatto il punto sulle attività messe in campo negli ultimi due anni.

Serra: "Realtà viva e vivace"
"La manutenzione dei sommergibili pronta a ritornare in arsenale"

La Spezia - Il 52esimo direttore dell'arsenale lascia La Spezia dopo due anni densi di risultati. L'ammiraglio Stefano Corona nel suo discorso di addio ne ha elencati davvero tanti, rammaricandosi per non essere riuscito a portare a termine solamente il programma per riportare la manutenzione dei sommergibili all'interno delle mura. Un impegno che sarà tra gli obiettivi principali del suo successore, l'ammiraglio Andrea Benedetti, insieme a quello di sviluppare compiutamente le capacità di supporto alle nuove unità della Marina militare.

"Lascio dopo tante cose fatte - ha esordito Corona -. Per prima cosa abbiamo smaltito tonnellate di rottami, asfaltato strade, sistemato le banchine e riqualificato Piazzale Martellotta. Abbiamo investito sull'internalizzazione delle lavorazioni, unico modo per mantenere strategico l'arsenale per la Marina militare. Per primi abbiamo collocato in bacino una Fremm e abbiamo costituito un programma per la produzione di tubi flessibili per le Fremm e oggi siamo fornitori certificati di Fincantieri, riuscendo anche a chiudere commesse in anticipo. Siamo base accreditata di revisione dei salvagenti Viking e recentemente abbiamo ottenuto la possibilità di internalizzare alcune lavorazioni anche sui motori. Ogni officina ha fatto passi avanti, dimostrando la grande efficacia delle maestranze spezzine. In campo internazionale ci siamo distinti per la revisione della prima tranche dei cannoni francesi, finendo in anticipo e con grande soddisfazione per il lavoro svolto in sede di collaudo finale. Ci stiamo adeguando alla raccolta differenziata comunale prefissando una riduzione del 50 per cento dell'indifferenziato. Abbiamo sostituito vecchie lampade con nuovi punti luce a led e stiamo progettando di arrivare all'autosufficienza energetica. Ci siamo riappropriati delle mense e vogliamo valorizzare il nostro archivio storico".
L'ammiraglio ha dunque ripercorso due anni davvero ricchi di attività e risultati, compresa la composizione di una marcia di legni e ottoni per l'arsenale spezzino.
"Abbiamo stipulato decine di permute - ha proseguito - con doppia soddisfazione delle parti e delle imprese dell'indotto. Negli ultimi mesi sono state varate due navi dal magazzino 61, non accadeva dal 1923. In questi due anni i bacini e le infrastrutture hanno avuto un tasso di impiego superiore al 95 per cento. L'arsenale ha personale con capacità e attitudini preziose che sta purtroppo scomparendo, senza possibilità di trasmettere il bagaglio di conoscenza di cui dispone. Noi, anche insieme ai sindacati, ce l'abbiamo messa tutta per invertire la tendenza, vedremo come andrà a finire", ha concluso Corona.

Conclusa la cerimonia del passaggio di consegne a prendere la parola è stato l'ammiraglio Edoardo Serra, comandante logistico della Marina Militare.
"Dirigere un arsenale come quello spezzino, che si trova dentro la città, è un compito complesso e allo stesso tempo stimolante. L'arsenale è la città, e con 700 dipendenti rappresenta uno dei maggiori centri della Marina militare. La sua importanza è da sempre nota e proseguirà anche nel futuro, nonostante i tempi che stiamo attraversando. Questo accadrà grazie al Piano Brin, che porterà questo arsenale a garantire supporto logistico alle unità della nuova flotta. Prospettive di sviluppo che fanno da contraltare al blocco del turnover, all'elevata età media dei lavoratori e alla mancata partenza della Scuola allievi operai. Nonostante questo le unità ai lavori sono aumentate del 20 per cento e il tasso di attività della aree è salito al 40 per cento. L'arsenale si è dimostrato una realtà viva e vivace, integrata nel tessuto cittadino".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










Solitamente dove acquistate prodotti alimentari?


































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News