Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 23 Settembre - ore 14.57

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia
56,13%
38,90%
2,42%
0,89%
0,52%
0,46%
0,24%
0,18%
0,17%
0,08%
Ultimo aggiornamento: 22/09/2020 10:02:52 Sezioni 1795 di 1795

"Infermieri nelle scuole spezzine, sfruttiamo Decreto rilancio"

Intervento dell'Ordine provinciale: ""Muoviamoci ora, in questo periodo di relativa calma".

La proposta

La Spezia - “Mancano meno di cento giorni all'inizio di Novembre: da qui ad allora avremo già avuta la riapertura delle scuole (prevista per il 14 settembre) e sarà in arrivo la annuale, periodica, influenza stagionale: su questi temi, l'Ordine degli Infermieri della Spezia vuole proporre alcune riflessioni, che dovrebbero essere considerate prima di allora”. Si apre così la nota dell'Opi spezzino, che parte dal dibattutissimo tema della ripresa scolastica di settembre: “Con la riapertura delle scuole e con l'autunno in arrivo - che porta, appunto come ogni anno, la ''normale' influenza - sarà frequente avere scolari e studenti con raffreddore, tosse, congiuntivite, dissenteria, sintomi che non hanno niente a che vedere con il Covid-19 ma che, quando presenti, possono mettere in difficoltà il personale preposto al triage dei ragazzi che dovranno frequentare gli istituti. Ma naturalmente non è solo questo il punto che riteniamo vada affrontato, anzi: nella speranza di tornare a una situazione di completa normalità, un infermiere nei plessi scolastici assicurerebbe assistenza ai ragazzi con patologie croniche (che hanno pieno diritto alla formazione e non devono correre rischi aggiuntivi), darebbe garanzia e capacità di intervento in caso di una emergenza, e inoltre rappresenterebbe un professionista qualificato al quale rivolgere domande e chiedere consigli, oltre alla possibilità di formare docenti e ragazzi sui temi della salute: pensiamo al vantaggio del dimostrare perchè fa bene lavare le mani quando si è in comunità. In questa ottica pensiamo non solo all'infermiere, ma anche alla ormai molto rara (e preziosa) figura dell'infermiere pediatrico, professionista che si forma con un corso di laurea a sè stante e che ospedali come il nostro, semplicemente, non assume da molti anni”.

Questa proposta, spiegano dall'Opi spezzino, “potrebbe essere uno degli sbocchi che il Decreto Rilancio istituisce quando, investendo fondi per le assunzioni, introduce l'infermiere di famiglia e di comunità. La Legge parla di otto professionisti ogni 50mila abitanti:possono quindi arrivare (finalmente!) nella nostra provincia almeno trentadue infermieri di comunità, e destinarne una piccola aliquota anche sperimentale, nei plessi scolastici più numerosi, potrebbe essere davvero una iniziativa utile e molto pratica. Al nostro Ordine piace anche l'idea di collaborazione con i pediatri di libera scelta: nella compenetrazione di competenze e di professioni sanitarie si può creare un reale patto per la salute, a favore dei cittadini più giovani, recuperando la benemerita Medicina scolastica rimossa ormai dalle nostre realtà”.

Opi chiude con un appello alle istituzioni del territorio “per provare, anche in fase sperimentale, ad accogliere una proposta operativa sul tema indicato; ed ancora una volta, per gli stessi motivi, invitiamo anche la Regione e la nostra Asl ad assumere il prima possibile personale sanitario infermieristico necessario per far fronte agli inevitabili stress organizzativi e di sistema che vivremo con l'arrivo della influenza: quando arriverà, ovviamente, sarà necessaria cautela ed attenzione fino alla esclusione di un caso di Covid, e questo inciderà pesantemente sulle attività territoriali (dove già oggi il personale presente nei Distretti, impegnato nella nuova e complessa attività del Gsat, è sempre lo stesso dell'era pre-Covid) e delle strutture ospedaliere del territorio spezzino.Questo periodo di relativa calma va sfruttato al meglio, e va fatto ora”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




FOTOGALLERY






















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News