Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 19 Ottobre - ore 22.02

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Incarichi a docenti precari: un caos che si poteva e doveva evitare"

intervento dei cobas spezzini
"Incarichi a docenti precari: un caos che si poteva e doveva evitare"

La Spezia - "L’USP di La Spezia ha deciso di procedere all’assegnazione degli incarichi ai docenti precari attraverso il sistema della delega all’USP e dunque non in presenza dei candidati; se è comprensibile la decisione di non procedere in presenza fisica vista la situazione epidemiologica della nostra provincia, non è giustificabile il diniego di attivare una procedura on line alla presenza dei candidati, modalità che si sta realizzando in molte province d’Italia". E' quanto afferma in una nota Serena Tusini per i Cobas Scuola spezzini.
"Se a questo - prosegue - si aggiunge che la modulistica molto ambigua non ha permesso ai candidati di esprimere compiutamente la propria scelta e che quest’anno molte sono le novità nei meccanismi di assegnazione delle cattedre, non si capisce perché l’Amministrazione abbia testardamente continuato ad opporsi alla nostra richiesta di ripensare le modalità di convocazione organizzando una convocazione on line; eppure le incertezze e gli errori erano più che prevedibili ed ora è altamente probabile che ci saranno contestazioni sulle sedi assegnate mettendo a rischio l’ordinato avvio dell’anno. La problematica che si è venuta a creare sulle cattedre di sostegno su infanzia e primaria è un disastro annunciato. Tutto questo avviene anche per le pressioni che il governo ha esercitato sugli uffici scolastici per mantenere quella “promessa” (molto elettoralistica in vista delle prossime elezioni regionali) di far salire in cattedra i docenti dal primo giorno di scuola. Non è così e, vista la situazione creatasi, sarà ancora peggio degli scorsi anni. Il personale amministrativo ha lavorato a ritmi folli e nel caso dell’USP di La Spezia anche senza un minimo di attrezzatura tecnica per garantire almeno la presenza dei sindacati che solo molto parzialmente hanno potuto svolgere il loro ruolo. Invitiamo i docenti a verificare attentamente le sedi a loro assegnate, i punteggi nelle rispettive graduatorie e a segnalarci eventuali discrepanze rilevate. Invitiamo le docenti di infanzia e primaria che maggiormente oggi sono vittime di queste modalità di convocazione, ad organizzarsi affinché la loro voce sia ascoltata".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News