Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 26 Novembre - ore 22.12

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Ieri eroi, oggi in disparte. Servono infermieri e servono subito"

Sigle confederali della funzione pubblica in presidio davanti al Sant'Andrea: "Deve rimanere pulito ma per fare prevenzione serve personale che faccia controlli nei cantieri. Impreparazione aziendale, mancanza di progettualità: siamo fermi a marzo".

senza contratto da 23 mesi

La Spezia - Rinnovo del contratto, nuove assunzioni e sicurezza sul lavoro. Anche alla Spezia come in molte città d'Italia le sigle sindacali della funzione pubblica si sono ritrovate questa mattina per un presidio dimostrativo a sostegno delle condizioni di lavoro degli infermieri e della cittadinanza che paga le tasse per avere un servizio sufficientemente degno, a maggior ragione che l'emergenza Covid altro non ha fatto che rendere evidente a chiunque l'insufficienza delle strutture sanitarie sul territorio e le persone che costituiscono la macchina vitale per l'assistenza ai malati che siano o meno legate al coronavirus. "Siamo qui davanti al Sant'Andrea perché sono mesi che chiediamo all'azienda di farsi trovare pronta per fronteggiare questa nuova ondata di Covid - spiega Salvatore Currenti, responsabile provinciale Cisl Sanità. Che significa innanzitutto contare su un organico sufficiente ed invece mancano gli infermieri dappertutto. Cosa fare? Ci sono procedure che si possono mettere in atto in breve tempo e la prima che ci viene in mente è assumere i ragazzi della scuola infermiera neo-laureati. L'azienda può fare un contratto a tempo determinato e mettere a disposizione da subito il personale. Siamo di fronte ad un'impreparazione aziendale, che sfocia in una mancanza di una progettualità. Ancora una volta abbiamo scritto all'azienda suggerendo le nostre idee".

"Tutto questo crea un problema per chi dentro questa Asl ci lavora e per la cittadinanza - aggiunge Massimo Bagaglia, segretario provinciale Uil Fpl -. Non è che il sindacato non si preoccupa del cittadino ma se non mettiamo nelle condizioni gli operatori di lavorare in sicurezza, ci troviamo impreparati e ancora ci troviamo a discutere delle stesse cose di marzo ed aprile. Il vero paradosso è che stiamo gravando sulle schiene di tutti questi operatori sanitari. Questo è uno dei motivi per cui oggi siamo qui a manifestare per cercare di focalizzare ancora una volta l'attenzione su un tema cruciale, specialmente in questo momento storico". Daniele Lombardo è segretario generale FP Cgil: "In tutta Italia si stanno svolgendo queste manifestazioni a favore dei sanitari impegnati nell'emergenza Covid. Le Asl locali e le Regioni per competenza avrebbero dovuto provvedere ad un rinforzo generalizzato. Cosa ci rispondono? I nostri interlocutori sono i dirigenti della struttura gestionale di Asl, abbiamo difficoltà non a interlocuire ma avere delle risposte. Il problema è che poniamo dei problemi che non vengono risolti". Infine Franco Volpi, segretario regionale della Cisl Fp: "Ci sono persone che fino a ieri sono state considerate eroi da tutti. Quegli eroi sono contratto da 23 mesi, hanno indennità dei turni di Covid ferme da 25 anni. Ieri erano eroi e oggi in disparte. Ma oltre alla prima linea, c'è un problema legato alla prevenzione, problema di cui nessuno parla: perché gli organismi di Asl dovrebbero controllare i cantieri e la scarsità di personale non permette di fare attività fondamentali per ridurre il contagio. E' stata destrutturata la sanità sul territorio, tutto è scaricato sulle strutture ospedaliere. E alla Spezia almeno l'ospedale deve rimanere pulito dal Covid e bisogna trovare soluzioni diverse, come ad esempio organizzare delle tensostrutture come accaduto nel resto d'Italia. L'unica alternativa l'ha messa a disposizione la Marina Militare, vedi l'aiuto con i tamponi. Ma alternative non sono state messe in campo per allegerire il peso. E non ne abbiamo bisogno".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News