Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 18 Agosto - ore 22.15

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"Diminuiscono i reati e si rafforzano i controlli. La Spezia è sicura" | Foto | Video

Celebrazioni per la festa della Repubblica anche alla Spezia. Elezioni amministrative, accoglienza e sicurezza al centro del discorso del prefetto.

`Diminuiscono i reati e si rafforzano i controlli. La Spezia è sicura`<span class=´linkFotoA1´ style=´color: #000´> | <a href=´/fotogallery/Buon-compleanno-Repubblica-Palazzo-2373_1.aspx´ class=´FotoVideoA1´ style=´Font-size: 33px´>Foto</a></span><span class=´linkFotoA1´ style=´color: #000´> | <a href=´/videogallery/Palazzo-civico-indossa-il-tricolore-1196.aspx´ class=´FotoVideoA1´ style=´Font-size: 33px´>Video</a></span>

La Spezia - Palazzo civico ha indossato "in diretta" il tricolore grazie ai vigili del fuoco. La città ha aperto così le celebrazioni della festa della Repubblica puntando soprattutto sulle capacità e la forza del territorio senza dimenticare i morti sul lavoro, la capacità di accoglienza e la prossimità al cittadino.
Questa in breve è stata la cerimonia della festa della Repubblica nel corso della quale molti cittadini hanno voluto onorare l'esito del referendum di 71 anni fa che ha sancito la rinascita di un paese dalla guerra e la voglia di prendere coscienza di se stessi verso il futuro.
Dal 1946 ad oggi l'Italia si è trovata davanti a nuove scelte, ha conosciuto lo sviluppo e la crisi e a distanza di 71 anni è davanti a sfide vecchie e nuove che non devono minarne il valore.
Dalla lettura del messaggio del presidente della Repubblica Mattarella che ha ricordato un Paese segnato da grandi tragedie vecchie e nuove per le quali tutta la popolazione si è letteralmente unita in un grande abbraccio. In questo contesto sono state ricordate le ferite del terremoto.
L'Italia ha un grande cuore anche se a volte sembra dimenticarselo, ed è a questo punto che è stato ricordato l'impegno nell'accoglienza dei migranti. Un tema molto complicato, ha sottolineato nel suo discorso il prefetto Antonio Lucio Garufi.
Dai temi nazionali a quelli locali anche il prefetto della Spezia ha rimarcato la forza e l'impegno di tutto il territorio, delle donne e degli uomini che ogni giorno lavorano per la sicurezza della città e del rapporto con il cittadino. E per la Spezia la prossima sfida sarà quella alle urne sulla quale il prefetto ha voluto fare un passaggio.
"Questa è una città bellissima - ha detto Garufi - e attende un'elezione cruciale. La campagna elettorale si sta svolgendo con toni civili e giustamente accesi. Sono convinto che indipendentemente dall'esito la nuova amministrazione saprà trovare le spinte giuste per rilanciare questa città. Ho voluto porre l'attenzione sui luoghi di lavoro. Abbiamo avuto due bruttissimi incidenti in questi giorni e ne abbiamo parlato anche con i sindacati. E' mio preciso impegno riproporre la questione. Molto abbiamo fatto ma c'è ancora da lavorare. Di lavoro si vive non si muore".

Vicinanza al cittadino e sicurezza. Altri due aspetti sottolineati dal prefetto nel suo discorso, alla luce del fatto di un implemento dei servizi del 19 per cento. "Questi dati non sono frutto di fantasia - ha detto Garufi - ma sono ufficiali del Ministero dell'Interno. Questo significa che c'è più gente in divisa con persone che hanno rafforzato la presenza sul territorio. C'è un dato di fondo importante. Il trend della commissione dei reati è costantemente in discesa. La percezione dell'insicurezza è un fatto soggettivo discende da tanti fattori: degrado, povertà. Io garantisco il mio massimo impegno senza remore per tutto ciò che mi compete. L'ascolto con la società spezzina è costante, io ricevo tutti. La popolazione deve essere cosciente che le istituzioni democratiche lavorano per il benessere di tutti".

E sull'accoglienza e la sicurezza, a margine della manifestazione, è intervenuto anche il sindaco della Spezia Massimo Federici. "Spezia è una città accogliente e sicura. Spezia ha scritto grandi pagine nella storia passata e recente, sopra ci ha costruito la sua identità. Sulla sicurezza ci rendiamo conto che c'è grande preoccupazione ma riusciamo a garantire degli standard elevati rispetto a molte altre realtà e le forze dell'ordine lavorano alacremente su questo aspetto. La nostra struttura è basata sui quartieri vitali e noi dobbiamo preservarli come un bene preziosissimo perchè è anche su questi valori che si basa anche la nostra identità

Per il sindaco della Spezia, Massimo Federici, questa è stata l'ultima festa della Repubblica con la fascia di primo cittadino. "Mi ricordo la prima volta che partecipai a questa cerimonia - ha detto - ero molto emozionato. Oggi lascio una città profondamente cambiata da allora. Ha cambiato economia e lo sguardo al futuro. Penso di averla lasciata pronta ad accogliere nuove sfide, penso a quella del turismo penso anche alle attività che ci hanno caratterizzato nel tempo quali l'università, la nautica, il nuovo ospedale. Possiamo guardare al futuro con ottimismo e se la crisi mollerà la città sarà pronta".

Al termine della cerimonia sono state consegnate le onorificenze a numerosi membri della società civile e istituzionale. Tra gli insigniti anche l'ex prefetto della Spezia Mauro Lubatti che ha salutato con un caloroso abbraccio il suo successore Garufi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fotogallery

Video

02/06/2017 - Palazzo civico indossa il tricolore


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure