Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 28 Novembre - ore 21.30

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Aperitivo, spesa e mercatini a rischio assembramento"

Il primo sabato pomeriggio in zona arancione ha visto molte persone indugiare nelle vie dello shopping e del divertimento. E che non va tutto bene lo dicono anche le voci dei lettori.

La Spezia - Il coprifuoco delle 22 e la chiusura di bar e locali alle 18 ha spinto molti a concentrare le abitudini che avevano sino a qualche settimana fa nelle ore antecedenti. Anche in centro città, soprattutto nella giornata di sabato, se ne sono visti gli effetti.
Poco prima dello scoccare della serrata degli esercizi che vendevano bevande da asporto le vie e le piazze cittadine si sono andate riempiendo, finendo per far sembrare che tutto fosse ritornato alla normalità, mascherine a parte.
Gli sguardi torvi di chi si è ritrovato in mezzo ad accrocchi di giovani (e meno giovani) e qualche lamentale non taciuta hanno ricordato subito ai più che la Liguria è zona arancione e che i posti letto occupati da pazienti Covid-19 positivi sono tanti, troppi. Gli assembramenti spontanei, però, hanno impiegato un po' a dissolversi, tra una chiacchiera e un saluto.
Ligi al loro dovere molti baristi hanno allontanano i consumatori dalle pertinenze dei propri locali, ma qualche mascherina abbassata e qualche caffè bevuto troppo vicino al dehor ci sono stati.
Stando anche alle voci raccolta da CDS l'esperimento del primo sabato in zona arancione poteva andar meglio.

E a confermare che lo spirito del Dpcm, quello di limitare al massimo le occasioni di assembramento per contenere i contagi, è stato interpretato in maniere differenti e spesso contrastanti, lo conferma lo sfogo di un lettore.
"Questa mattina dovevo fare la spesa e mi sono recato al supermercato di cui non faccio nome. Ho visto subito il parcheggio pieno - scrive Lorenzo - e nessuna fila di persone fuori ad aspettare. Mi sono accertato da fuori che dentro era colmo di gente e ho deciso di non entrare e provare in un altro supermercato. Ma anche lì era pieno di clienti. Ora mi chiedo come mai prima i supermercati e i grandi magazzini avevano un addetto agli ingressi che regolava gli accessi garantendo un numero adeguato di persone all'interno che potesse far acquisti, con maggiore sicurezza per i clienti. Credo che la gravità dell'attuale diffusione del virus imponga il ripristino del contingentamento degli ingressi".

A ritenere che in città sia necessario un giro di vite e che il sindaco Pierluigi Peracchini debba prendere provvedimenti in merito è un altro lettore, che si lamenta per il regolare svolgimento del mercato del venerdì.
"Vorrei capire come sia possibile che nell’anno della pandemia Covid, con una regione in zona arancione dove, e cito testualmente il Dpcm “è consigliato evitare di uscire se non per comprovata necessità” - si possa andare al mercatino. Quando ho visto i banchi in Viale Garibaldi pensavo fosse uno scherzo. Come si può chiudere un museo (si, è stato il Governo lo sappiamo) dove le distanze si mantengono anche in un periodo non Covid e lasciare aperto un mercatino cittadino? E’ necessario comprare i calzini o il trita formaggio il venerdì o il martedì? Per fortuna - prosegue Emilio - l'altro ieri pioveva, ma quando c’è il sole posso assicurare che la ressa c’è, eccome. Riguardo alle mascherine, non ne parliamo: 9 su 10 sono tenute sotto il naso. Come ha deciso il sindaco di Lerici, Peracchini il mercatino che non è assolutamente necessario in questo momento. Dobbiamo uscirne il prima possibile, tutti insieme!", conclude accoratamente il lettore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News