Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 18 Dicembre - ore 20.43

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Pagare meno, pagare tutti

di Salvatore Di Cicco

Pagare meno, pagare tutti

- Fine anni Sessanta. Dopo l’improvviso boom economico seguito alle macerie della guerra, l’Italia stava per vivere un periodo, diciamo così, di riflessione. Sono momenti che, in campo sentimentale, preludono a decisioni quasi sempre negative. Anche nel mondo del lavoro l’attesa non sfociò in una prospettiva migliore, anzi fu l’anticamera di momenti molto meno tranquilli.
Non era la crisi che stiamo vivendo ma non c’era da stare molto allegri. Scioperi e proteste facevano da sfondo a quello che fu poi chiamato il periodo del terrorismo, quello che vide lo Stato ai limiti del collasso sociale e politico e che fortunatamente fu superato con una grande mobilitazione (soprattutto morale) che impedì la deriva del Paese.
In quel momento, dicevamo, il mondo del lavoro era in grande fibrillazione. Forte dei diritti acquisiti dopo lunghe lotte, il sindacato faceva il suo mestiere, cioè chiedeva e difendeva il lavoro, quello degli operai soprattutto, e quando si rese conto che il rischio disoccupazione era sempre più alto, cominciò a gridare un altro slogan.

“Lavorare meno, lavorare tutti”: questo era l’appello dei lavoratori sotto la pressione di licenziamenti che facevano svanire sogni e progetti di tante famiglie. Il mondo studentesco non fu da meno e in quel contesto di rivendicazioni i risultati ottenuti non furono pochi.
Oggi quelle rivendicazioni non sono diverse, anzi sembrano ancor più giustificati da una crisi che scarica proprio sul mondo del lavoro le contraddizioni del mondo capitalistico e finanziario che trova nelle banche i principali responsabili dell’instabilità che viviamo.
Ma quando scopriamo che la torta della ricchezza del mondo è divisa nella maniera più iniqua, allora si capisce perché cresce la rabbia e la voglia di rivincita di coloro (la maggioranza) che vedono nelle mani di pochi quel benessere che pensavano potesse essere a disposizione dei tanti che lavorano. E quando si scopre che proprio i più ricchi sono quelli che meno contribuiscono al bilancio dello Stato dandosi al passatempo preferito, cioè all’evasione fiscale, allora sorge spontanea e urgente la richiesta di mettere tutti di fronte alle proprie responsabilità.

Pagare le tasse può sembrare – e in qualche caso lo è – un peso insopportabile. Ma questo accade proprio perché non tutti hanno l’onestà come pietra miliare della propria esistenza. Ecco allora sorgere spontanea la richiesta del cittadino che, oltretutto, non ha intenzione di essere preso in giro: pagare tutti per pagare meno. Non solo. Pagare tutti per avere servizi degni di un paese civile.
Questi sono gli obiettivi che gli italiani vorrebbero raggiungere. E forse è giunto il momento giusto: quello di una consapevolezza matura nei confronti dello Stato e delle sue esigenze in quanto simbolo di ogni cittadino, cioè di ciascuno di noi. La crisi che stiamo vivendo sembra aver aperto gli occhi su una realtà intollerabile per chi vuole vivere con dignità in un paese come l’Italia. Pagare tutti e pagare meno, dunque, non dev’essere solo uno slongan di retroguardia ma una bandiera della nostra onorabilità, cosa di cui si può andare fieri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News