Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 12 Dicembre - ore 08.57

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Il Sabato del Miraggio - Ritornava una rondine al tetto

Il Sabato del Miraggio - Ritornava una rondine al tetto

- L’obiettivo principale dell’animale uomo è quello di farsi o di trovare una casa, un “nido”, per ospitare se stesso e la sua famiglia. Da noi il problema è più sentito che altrove se una percentuale altissima di cittadini abita in una casa di proprietà.

Al di là delle valutazioni di ordine economico e sociale, un aspetto non secondario, a questo proposito, è quello della sicurezza, interna ed esterna, nella quale una famiglia si trova a vivere quotidianamente. In certi casi non si può obbiettivamente chiedere di più. Se la casa, per esempio, non ha molti spazi intorno o viene sfiorata da una strada molto trafficata oppure ha come dirimpettaio un nodo ferroviario, i fastidi che ne derivano possono e devono essere messi nel conto prima di decidere di andarci ad abitare. Non accade lo stesso quando si costruisce dove non si dovrebbe e quando arriva una tragedia (alluvioni e simili) le si dà il nome di fatalità invece che di incuria e imprevidenza.
Le colpe, in questi casi, vanno divise a metà tra gli individui e la comunità in cui si vive. In altri, invece, la società avrebbe e dovrebbe avere il compito principale di prevenire certe situazioni o comunque di ridurre al minimo i rischi per i singoli cittadini.
Tutti noi ricordiamo la tragedia di Viareggio, dove la morte è arrivata, rapida e silenziosa, dai binari della ferrovia.
Ebbene, in quella circostanza, è venuta fuori una serie di altre situazioni che potrebbero mettere in pericolo la vita di tanta gente. Sperare che si faccia qualcosa per annullare o almeno ridurre un rischio così alto è quanto meno doveroso. Ma lo è ancor più quando quando il rischio lo si va a cercare con il lanternino, cioè quando si va a costruire dove la sicurezza dovrebbe essere il primo punto da considerare. Pensate, per esempio, al “Piano Botta”, a Sarzana, dove non sono bastati i rilievi della Regione per l’impatto ambientale volti alla sicurezza e all’incolumità dei cittadini dovuto alla vicinanza alla ferrovia a far riflettere i difensori del progetto. Qui, parlare di buon senso non basta. Qui è chiaro come il sole l’obiettivo che si vuole perseguire: sfruttare al massimo tutte le possibilità e i cavilli legali per condurre in porto un progetto che collide chiaramenti con gli interessi della comunità. Insomma, per dirla in breve, gli interessi di pochi riescono ad annullare quelli dei più. Una legge naturale completamente ribaltata e che solo pochi coraggiosi (leggi “Comitato Sarzana che botta!”) hanno deciso di contrastare per mettere i sostenitori del progetti di fronte alle loro responsabilità nei confronti dei cittadini ma anche per sensibilizzare i cittadini stessi, spesso narcotizzati dalle parole di troppi imbonitori e dimentichi dei propri stessi diritti.
Non sappiamo come andranno a finire certe questioni ma ci sembra giusto metterle in risalto perché ciascuno di noi rifletta su certe cose, per convincersi una volta per tutte che noi e solo noi possiamo decidere del nostro destino.
E quando decidiamo di affidarlo agli altri ricordiamoci che la colpa ricadrà solo e soltanto su di noi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










Quanto spenderete per i regali di Natale?


































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News