Città della Spezia Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 23 Giugno - ore 15.34

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Fezzano ancora in festa, la squadra di calcio torna subito in serie D

Capolavoro della società della famiglia Stradini. E in campo si festeggia con pane e salame.

NUOVA IMPRESA VERDE
Fezzano ancora in festa, la squadra di calcio torna subito in serie D

Golfo dei Poeti - Dal Leicester City di Claudio Ranieri che ha trionfato in Premier League in poi qual'è il termine più abusato in gergo calcistico? Sicuramente "miracolo sportivo". Allora facciamo così...io vi racconto una storia e poi deciderete voi se annoverarla sotto la serie "miracolo sportivo" oppure derubricarla a semplice campionato in via di conclusione. C'era una volta un borgo marinaro che non fa né Comune né tanto meno provincia, un borgo di pescatori nel Comune di Porto Venere, un borgo di circa 700 anime con due grandi passioni. Il Palio del Golfo a cui partecipa la borgata marinara del Fezzano con i suoi "squali", e il calcio la cui espressione massima è l'Usd Fezzanese Calcio 1930. Nel piccolo paese affacciato sul mare, un presidente appassionato segue da anni le gesta della sua Società trattandola come se fosse una figlia.

L'anno scorso al termine di una stagionale travagliata, ma anche di una grande rincorsa finale, il play-out per la salvezza sorride in modo beffardo al Viareggio. I verdi dopo due stagioni storiche in serie D tornano a calcare i campi dell'Eccellenza. Facce tristi, musi lunghi, poca voglia di parlare. E' ovvio, la delusione è cocente, inutile nasconderlo. Ovviamente non potranno ancora giocare nel loro campo, quello del Fezzano. No, loro sono costretti a giocare sempre in trasferta perchè quel campo non è agibile, ma la passione dei propri calorosi tifosi li fa sentire sempre a casa. Ricostruire dopo una così cocente retrocessione non è facile, ma già dal giorno dopo presidente e dirigenza si mettono al lavoro. Individuano un nuovo direttore sportivo in una bandiera storica come l'attaccante Fabio Lorieri che, appesi gli scarpini, al chiodo inizia il lavoro dietro la scrivania. Ecco poi il mister, quel Gabriele Sabatini reduce dalla salvezza in serie D a Ligorna e che la vittoria in Eccellenza l'ha sfiorata in precedenza con il Magra Azzurri.

Si inizia a comporre la rosa: della squadra dell'anno precedente sono rimasti solo otto giocatori, diventano sete al primo giorno di preparazione perchè il fato decide che una delle colonne verdi Frateschi dopo anni di battaglie, di cui sette in maglia Fezzanese, non possa più giocare a calcio. Lo zoccolo duro rimane anche se allettato da altre proposte. C'è il capitano, il Mago Baudi che nonostante fosse stato messo in discussione nel girone di ritorno del precedente torneo non abbandona la nave che affonda e diventerà, nel corso della stagione, il secondo miglior marcatore della storia dei "Verdi" in quasi 90 anni di vita del sodalizio, c'è De Martino che ha giocato anche tra i professionisti, c'è ancora il centrocampista Grasselli nonostante addirittura una squadra professionistica si fosse interessata a lui. Ci sono poi il roccioso Bertagna, Delvigo e i giovani Coppola e Cupini. Attorno a loro viene costruita la nuova squadra, una squadra dalla verdissima carta d'identità piena di giovani di belle speranze e dall'età media inferiore ai 21 anni. Ad essi vengono affiancati alcuni elementi di esperienza come Corvi reduce da due annate strepitose ricche di moltissimi gol, ma alcuni asseriscono che era il campionato inferiore, e giocatori da valorizzare nuovamente come Maggiore, il Cigno autore di 8 reti la stagione precedente, e Lunghi che aveva visto poco il campo per problemi fisici, ma diventerà il giocatore più utilizzato da Sabatini.

Si inizia: la squadra gioca alla grande a livello offensivo, subisce qualcosa di troppo dietro. La Coppa Italia termina presto, i cugini del Valdivara 5 Terre vincono il derby e li estromettono dalla competizione. In campionato i Sabatini Boys partono forte, ma all'ottava giornata la squadra è in decima posizione. Le critiche piovono da molte parti. In quel momento arriva il derby, che Baudi lo decide all'ultimo istante rientrando da un infortunio. E' la molla, lì scatta qualcosa. Quattordici partite dopo, le vittorie sono 13, il pareggio uno, poi lo stop di Ventimiglia che non compromette nulla. La squadra però continua a macinare gioco, segnare gol e subirne pochissimi anche grazie all'inserimento di Zavatto nel mercato invernale. Un elemento giovane, ma esperto della categoria superiore che fornisce equilibrio al reparto difensivo insieme all'idea tattica di Sabatini di dirottare De Martino in mediana.

Si arriva a ieri, a due giornate dal termine, alla goleada contro il fanalino Moconesi, alla festa. Eh sì, la Fezzanese della famiglia Stradini ha vinto per la prima volta nella sua storia il campionato di Eccellenza e dopo un solo anno di "purgatorio" torna in serie D. Se i numeri non mentono mai, quelli fezzanotti confermano la netta superiorità della squadra di mister Sabatini nell'arco della stagione. Una squadra capace di mettere in mostra il miglior gioco del torneo, di segnare 81 reti in 28 partite subendone solo 27, miglior attacco e miglior difesa del torneo. Capace di inanellare una striscia di 14 risultati utili cui di cui 13 vittorie, di mandare a rete 14 giocatori diversi diventando a due partite dal termine il miglior attacco dell'eccellenza della liguria a 16 squadre da quando questo campionato è stato istituito nella stagione 1991/1992. Una squadra che era ripartita da solo sette giocatori della vecchia guardia.

La festa in campo e sugli spalti è di quelle genuine, di quelle "pane e salame" (offerto dalla dirigenza ai tifosi nel dopo partita, ndr) è la festa di un società, una dirigenza, uno staff e dei giocatori che dalle lacrime di rabbia e tristezza di un anno prima sono tornate a sgorgare per la gioia, è la vittoria di quelle persone che mai hanno nascosto la loro passione per quella maglia verde. La Fezzanese è di nuovo nella IV Serie Nazionale, sì insomma dai... l'ex serie C2. Un piccolo borgo di 700 abitanti si confronterà di nuovo con delle grandi città come potrebbero essere Genova (880.361 abitanti), Savona (279.754), Massa (69.836), Viareggio (62.169) o Sanremo (54.547), riuscirà a salvarsi questa volta? Non ci è dato saperlo, magari ve lo racconteremo tra un anno. Ma ora che conoscete la storia potete decidere in autonomia senza abusare del termine "miracolo sportivo".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News