Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 27 Febbraio - ore 10.15

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Alla Venere Azzurra ora c'è il "galateo" per i surfisti

La baia è sempre più frequentata dagli amanti delle onde. Gli sportivi locali provano a garantire la convivenza. "Per evitare incidenti. Puntiamo presto a diventare una vera associazione".

fenomeno in crescita
William Cantone e Dante Rossi

Golfo dei Poeti - Anthony Kiedis che affrontava Keanu Reeves intimandogli di cambiare spiaggia ha segnato un'epoca. Per una volta non frontman dei Red Hot Chili Peppers ma comparsa cinematografica, delimitava il proprio territorio insieme ad un gruppo di poco ospitali amanti delle onde in "Point Break", film culto degli anni Novanta. Niente di così romanzato e rapporti certamente più distesi alla Venere Azzurra, ma il problema di come gestire la piccola baia amata dai surfisti inizia a farsi sentire. Soprattutto in questo periodo di venti sostenuti che attirano decine di appassionati anche da fuori città.
Da oggi esiste un vero e proprio galateo per chi sceglie Lerici per praticare. Lo hanno affisso un gruppo di surfer spezzini, nel tentativo di metter un po' d'ordine al traffico dei giorni migliori. Ovvero, dei giorni peggiori dal punto di vista del meteo. "Avere dai trenta ai quaranta surfisti è ormai abbastanza comune per la Venere Azzurra e la convivenza in acqua può diventare un problema. Così abbiamo pensato di creare un piccolo vademecum, una proposta che l'amministrazione comunale di Lerici ha accolto subito con interesse", spiega Luca Busolli che ha prodotto il segnale insieme a William Cantone e Dante Rossi.

In Italiano e in inglese, enuncia alcuni principi di buon senso come Porta rispetto in mare se vuoi essere rispettato oppure Se le onde sono troppo grosse, entra dalla spiaggia. Altre sono più tecniche: Il surfista più vicino al picco ha la precedenza o anche Non metterti sul picco appena entrato, aspetta il tuo turno. "Chiaramente lo scopo è evitare incidenti, ma anche per sottolineare che quella spiaggia è un luogo dove il surf si può fare. E anzi, esiste una comunità locale di surfisti che può essere punto di riferimento per chi vuole frequentare la Venere", spiega Busolli che insieme agli altri indigeni sta per fondare una vera e propria associazione sportiva. Per adesso la comunità ha una sede virtuale nel profilo Instagram Ira di Venere.
La Venere è approdo meno famoso di Levanto nell'ambiente, ma rispetto a questo ha un vantaggio. "Nelle giornate di mareggiata, la baia è riparata e quindi diventa frequentabile anche quando altrove è troppo pericoloso - spiega il surfista -. Lo spazio però rimane poco e quindi è necessario seguire qualche regola di convivenza". L'ultima, ma non per importanza, invita a mettere nella muta eventuali rifiuti galleggianti da differenziare poi una volta a riva.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Le regole per fare il surf alla Venere Azzurra
William Cantone e Dante Rossi


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News