Città della Spezia Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 17 Febbraio - ore 22.19

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Spazi a fascisti, la maggioranza lericina: "Proposta sinistra era strumentale"

Il capogruppo Claudia Gianstefani interviene per illustrare il no alla mozione presentata nei mesi scorsi dalla minoranza.

Spazi a fascisti, la maggioranza lericina: "Proposta sinistra era strumentale"

Golfo dei Poeti - In merito all'articolo pubblicato sulla vostra testata giovedì 18 Gennaio 2018, con titolo "Anche Lerici ha detto no alla negazione di spazi pubblici ai fascisti" (vedi QUI), si ritiene doveroso fare una precisazione. Si vuole chiarire la motivazione che ha portato la maggioranza a rigettare la mozione, seppur sia il Sindaco che la sottoscritta ne abbiano dato esaustiva spiegazione nel corso della seduta, che non può essere riassunta nella nota di "Cambiamo in Comune". Come precisato nel corso della discussione in Consiglio Comunale, la maggioranza condivide in toto le premesse dell'atto presentato che ribadisce i principi fondamentali sanciti dalla Costituzione e condanna qualsiasi ideologia fascista, neonazista, omofoba, razzista, antisemita, antidemocratica, o che esprima odio e intolleranza religiosa, che si ispiri ai disvalori del fascismo o del nazismo o contrasti con i valori della Resistenza. Quello che non abbiamo ritenuto di condividere è stata la proposta di delibera che risulta paradossale per il Sindaco, i Consiglieri e gli Assessori che amministrano un Comune e che si sono assunti lì'impegno di portare avanti i principi della Costituzione e della democrazia nell'interesse della comunità. Nella parte deliberativa, infatti, si chiede al Sindaco e alla Giunta di non concedere locali, spazi o suolo pubblico ad associazioni che professino o manifestino ideologie da condannare proprio perché contrarie ai principi della Costituzione e della democrazia e che calpestano gli inviolabili diritti dell'uomo. Tale richiesta è stata ritenuta inaccettabile dalla maggioranza, in quanto la Giunta, organo competente in materia, non accorderebbe alcuno spazio ad associazioni che si rifanno a tali inaccettabili ideologie. Un imbarazzante paradosso, al limite dell'offensivo, da parte della minoranza che presenta una mozione preconfezionata che nulla ha a che fare con la realtà locale, ma risulta invece un’azione più strumentale che concreta. Concreto è invece l'impegno dell'Amministrazione che garantisce la laicità del proprio agire amministrativo e che dimostra la condivisione di principi conformi alla Costituzione e ai valori della Resistenza, come testimonia il percorso di acquisizione del Fodo, stamperia clandestina simbolo della lotta antifascista.

Claudia Gianstefani, capogruppo di maggioranza "Per Lerici e i suoi Borghi"

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News