Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 26 Febbraio - ore 19.35

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Siamo il Golfo dei poeti: "Pontili, un progetto divisivo che snatura il paese"

"Disponibili a valutare struttura per la zona di transito nel corso della stagione estiva".

"Tutelare nautica sociale"
I consiglieri Ratti, Bucci e Vara

Golfo dei Poeti - Il gruppo consiliare 'Siamo il Golfo dei poeti' interviene i merito al progetto dell'amministrazione comunale che prevede la realizzazione di pontili nella rada di Lerici. "Pensiamo che una razionalizzazione potrebbe essere attuata diminuendo gli attuali posti barca attuando un serio controllo sul reale e corretto utilizzo dei concessionari e sub concessionari - scrivono in una nota i consiglieri Vara, Bucci, Nebbia Colomba e Ratti -, applicando le direttive e i regolamenti esistenti (Codice della Navigazione). Tale verifica potrebbe, da un lato, restituire aree alla libera fruizione dei cittadini e, contestualmente, a fronte del numero di posti barca diminuito, attribuirne una parte a chi è in attesa. Particolare riguardo altresì alla nautica sociale, mantenendo e migliorando se possibile, l’attuale gestione associazionistica, che ha dato ordine alla baia, con specifica valorizzazione della componente sociale. Per quanto riguarda il progetto presentato, riteniamo sia oltremodo impattante e, se portato a termine, irreversibile. Più urgente semmai pensiamo esistano alcune tematiche che riteniamo fondamentali per la Rada (dissabbiamento, qualità del mare, servizi, gestione ecc.) e sosteniamo che, visto l'importante modifica proposta, sia imprescindibile una Valutazione di Impatto Ambientale anche aldilà di eventuali obblighi normativi".

"Alla luce delle considerazioni a sostegno del progetto che abbiamo letto sulla stampa - continuano - evidenziamo che tale radicale modifica della baia andrebbe a ricollocare esclusivamente le imbarcazioni esistenti e quindi non avrebbe nessun effetto positivo sul turismo ma, anzi, andrebbe a snaturare profondamente l’aspetto del paese nel suo complesso in un momento storico dove l’identità dei luoghi viene considerata il valore principale per la valorizzazione turistica, come evidenziato anche dal Presidente Draghi nel suo discorso d'insediamento. Trattasi inoltre di progetto altamente divisivo del paese, come dimostrato dalle manifestazioni di dissenso di associazioni e di centinaia di cittadini, che quindi necessita di un ripensamento".

"Provvedere a risolvere il grave problema dell’insabbiamento e, soprattutto, provvedere urgentemente ad un risanamento della rete fognaria e dei canali, restituirebbe una qualità dell’ambiente che sarebbe l’interesse primario di residenti e ospiti. Crediamo che si dovrebbe procedere celermente in questa direzione, abbandonando false prospettive di sviluppo figlie di una cultura obsoleta e superata proprio perché omologante e priva di identità. Siamo altresì disponibili a valutare l’ipotesi della collocazione di un pontile attrezzato durante la stagione estiva per la Zona di Transito, allo scopo di liberare la banchina e mettere definitivamente in sicurezza la storica balneazione in quel luogo", concludono i quattro consiglieri del centrosinistra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News