Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 18 Agosto - ore 14.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Paoletti: "Su Maralunga richieste strumentali"

Il sindaco fa chiarezza sulla vicenda dello sbancamento che ha fatto drizzare le antenne al Comitato di frazione.

Paoletti: "Su Maralunga richieste strumentali"

Golfo dei Poeti - Pronti, via. Alle perplessità del Comitato di frazione di Lerici in merito ai lavori di sbancamento in corso a Maralunga, risponde a stretto giro di posta il sindaco Leonardo Paoletti. Con delle righe tecniche e delle righe politiche. Le seconde, vibranti, recitano come segue: "La consigliera Palmieri (Giovanna, vice presidente del Comitato di frazione lericino, ndr) ha già avuto occasione fin dalla scorsa estate di verificare la documentazione e di essere ricevuta dal capo settore Urbanistica che Le ha illustrato il progetto. Ricordo che i consiglieri di frazione hanno accesso agli atti con le stesse prerogative dei consiglieri comunali e che la disciplina generale in tema di trasparenza consente a chiunque di accedere alla documentazione in argomento. Pertanto l'invito della Sig.ra Palmieri al Comune di produrre documenti è del tutto strumentale dato che la Signora conosce gli atti e ha facoltà di accedervi, averne copia, e condividerli, se a ciò interessata, all'interno del Consiglio di frazione e poi in assemblea del Comitato di frazione". La Palmieri aveva riacceso i riflettori sulla questione domenica 29 ottobre, in occasione dell'assemblea del Comitato di frazione organizzata in sala consiliare.

"I lavori di sbancamento in corso a Maralunga - ecco la parte tecnica fornita dal sindaco -attengono ad un progetto, presentato il 23 maggio 2015, di “demolizione e ricostruzione di fabbricato residenziale con ampliamento volumetrico in applicazione dell'art. 6 L.R. 49/09 (piano casa) e contestuale annessione di fabbricati accessori ex art. 10.1 delle Norme e Definizioni Generali del PUC vigente, nel compendio immobiliare distinto coi mappali 151, 297, 808 e 809 del Foglio 22.
In sintesi l'art. 6 del piano casa consente che i singoli edifici esistenti alla data del 30 giugno 2009, aventi una volumetria non superiore a 2.500 metri cubi e che necessitano di interventi di riqualificazione, possono essere demoliti e ricostruiti con incremento fino al 35 per cento del volume esistente. Gli interventi di ricostruzione possono avvenire in altra area idonea a soddisfare le finalità di riqualificazione ed i relativi progetti devono comprendere la sistemazione delle aree liberate dalla demolizione.
Con parere del 29/10/2014, richiesto dal Comune prima della formale presentazione dell'istanza, l'Arch. Tomiolo, del dipartimento urbanistica-pianificazione territoriale della Regione, affermava che la previsione dell'art. 6 L.R. 49/09 non è in contrasto con i vincoli del PTCP che vieta, in zona, nuove edificazioni. Perché tale divieto è diretto a conservare il tipo di edificazione sparsa dell'area, finalità comune alla previsione dell'art. 6 piano casa.
Pertanto, accertata l'esistenza dei presupposti per l'applicazione dell'art. 6 citato da parte della Commissione Locale per il Paesaggio, l'intervento veniva autorizzato il 29/07/2016 con obblighi convenzionali deliberati in Giunta (144/16) obbligandosi la proprietà a realizzare la vasca di raccolta reflui dell'impianto fognario che a cura di Acam servirà la zona. Quindi, lo scavo denunciato è la sede dove verrà spostato il volume rappresentato dal fabbricato mappale 151 del foglio 22, oggi ancora esistente.
Una volta realizzata la struttura del nuovo fabbricato, il vecchio verrà demolito. Trattasi di pratica appunto permessa dal piano casa che prevede (art.6) che la ricostruzione possa avvenire in altra area idonea con demolizione del volume preesistente. L'area è stata ed è oggetto di periodiche visite della Polizia municipale che ha sempre verificato la conformità dell'intervento all'approvato".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News