Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 18 Marzo - ore 23.02

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Lerici, Pd: "Votare con maggioranza non vuol dire alleanze a destra"

Attacco all'ex sindaco Emanuele Fresco sulla casa di riposo.

Sinistra divisa
Lerici, Pd: "Votare con maggioranza non vuol dire alleanze a destra"

Golfo dei Poeti - Pd lericino ormai nell'abbraccio dell'amministrazione Paoletti e della maggioranza civica di centrodestra? Nossignore, lo ribadiscono il segretario Alessandro Attilieni e la capogruppo Pd - Golfo dei Poeti Maria Chiara De Luca, che affidano le loro riflessioni a una lunga nota.

Ai due "preme significare e specificare che votare una pratica in consiglio comunale non presuppone alleanze a destra. Abbiamo ben chiara quale sia la nostra collocazione politica. Le decisioni che abbiamo preso in consiglio sono frutto di un evoluzione di pensiero e di una maggior consapevolezza del nostro territorio, che ci ha portato di certo ad analizzare diversamente scelte del passato, che nei fatti e nei tempi si sono dimostrate irrealizzabili. Dissociarsi e votare come la maggioranza non fa di noi persone di destra. Quando agiamo in consiglio lo facciamo guardando al benessere dei cittadini, peccato a chi non voglia cogliere questa differenza. L'unità della sinistra la pratichiamo da tempo e continueremo in tal senso. un'unità che la nostra gente chiede da tempo sin dalla caduta di Caluri. Un'unità che non può non prescindere tuttavia da una revisione di quelle che sono state scelte del passato. Il centro sinistra che andremo a costruire dovrà necessariamente passare da una nuova progettualità e da una nuova attenzione ai bisogni dei cittadini. Circa l'ultimo consiglio comunale che ha visto il nostro voto favorevole, ribadiamo con convinzione quel voto, per quanto ininfluente ai fini dell’approvazione delle modifiche al PUC ha voluto sottolineare che i consiglieri del Pd sono liberi nelle loro scelte e non devono difendere scelte del passato anche quando sono sbagliate e dannose per la Comunità".

Proseguono i due esponenti Dem: "Purtroppo per motivi tecnici insormontabili la parrocchia di Lerici non ha potuto proseguire nel progetto che vedeva l’ utilizzo del lascito bolla, per dare una nuova casa di riposo a Lerici e per quando possiamo sapere l’attuale parroco ha cercato per molto tempo una soluzione possibile sul territorio lericino senza però poterla trovare, ed è stato dunque costretto a vendere per poter sistemare l’attuale casa di riposo che aveva urgente necessita di ingenti lavori di riqualificazione. Ora noi ci chiediamo come mai il consigliere Fresco che già aveva autorizzato da sindaco la costruzione dell’imponente silos in Carbognano che suscitò non poche polemiche e proteste, per quell’opera impattante e che dunque avrebbe dovuto conoscere bene la situazione della viabilità in quella zona non si accorse che non solo la casa di riposo non si sarebbe potuta realizzare per l’impossibilità di far arrivare i mezzi di soccorso, come confermato da numerose autorevoli fonti, ma che già a quanto pare da alcuni progetti di allora prevedeva più di 2500 mq di costruzione con un ultimo piano di attici privati e la contemporanea vendita con conseguente ampliamento dell’ attuale casa di riposo. Se tutto ciò si fosse realizzato e poi veramente non si fosse potuto realizzare la casa di riposo per problemi tecnici, ai lericini sarebbe rimasto un eco mostro di più di 2500 mq con una probabile destinazione residenziale speculatoria e senza vincoli a beneficio della residenzialità del nostro comune".

Secondo Attilieni e De Luca "il pericolo di un altro scempio sul territorio è stato sventato ed al posto dell’ ennesima colata di cemento. Sinceramente non riusciamo a capire come un amministratore di lungo corso come il consigliere Fresco non si sia reso conto dei possibili risvolti nefasti che quell’opera faraonica portava con sé. Al posto di quel mostro di cemento sorgerà una costruzione di poco più di 800mq convenzionata alla residenzialità a Lerici con tutte le limitazioni che anche noi, in sede di commissione abbiamo contribuito a scrivere con il nuovo regolamento edilizio. Noi come Pd e forza di sinistra vigileremo che il sindaco Paoletti onori gli impegni presi con i cittadini".

In più chiediamo che il Sindaco Paoletti colmi la mancanza di una casa di riposo che deve essere comunale e trovi con urgenza una soluzione percorribile per il bene della cittadinanza.
Maria Chiara De Luca CapoGruppo Pd Lista Golfo dei Poeti
Alessandro Attilieni-Segretario Pd Lerici

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News