Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 18 Novembre - ore 21.58

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Fresco al mosaico del centrosinistra: "Basta frantumazione, uniamo le idee"

L'appello dell'ex sindaco di Lerici.

Fresco al mosaico del centrosinistra: `Basta frantumazione, uniamo le idee`

Golfo dei Poeti - Siamo a circa due anni e mezzo dalla conclusione del mandato elettorale del sindaco Paoletti. Ad oggi l’attività svolta da questa amministrazione è a mio parere negativa. Tutte le aspettative e le promesse messe in campo in campagna elettorale sono andate deluse e soprattutto non sono stati mantenuti gli impegni che Paoletti si era preso nei confronti dei cittadini con il documento riguardante le linee programmatiche presentato in consiglio comunale all’inizio del mandato. A metà mandato non si riesce ad intravedere il pur minimo progetto complessivo, gli obiettivi da raggiungere, una proposta seria a medio termine per il bene della nostra comunità tutta. Anche la quotidianità viene disattesa, sembra di vivere in un luogo abbandonato a se stesso, senza pulizia, senza decoro.

Ci troviamo di fronte il più delle volte a scelte fatte in modo affrettato, quasi schizofrenico, con l’arroganza di chi vuole affermare che le responsabilità ricadono sempre e comunque su altri. Questo vale per le politiche del bilancio comunale , sulla scuola, sulla viabilità, sulle opere pubbliche, sulla politica dei rifiuti, sulle manutenzioni, sulla politica turistica, sulla cultura e quant’altro. E senza il coinvolgimento e l’ascolto della cittadinanza. Hanno confermato i Comitati di Frazione forse costretti dalle circostanze, ma di fatto ne hanno minato la rappresentanza e il valore.

Ma non poteva che essere così visto come è nata la lista e con quale azionista di maggioranza si è sviluppata, all’ombra di presunti movimenti o associazioni indipendenti, nati a tavolino senza alcun radicamento con il territorio, ma con il solo scopo di denigrare e screditare l’avversario politico. Il risultato elettorale della primavera del 2015 ha evidenziato un dato politico innegabile: chi oggi governa ha raggiunto un risicato 29% di consensi rispetto al corpo votante, con le opposizioni tutte che ne rappresentano quasi il 70%. Credo che la giunta Paoletti sia ben consapevole di aver beneficiato di una particolare congiunzione o meglio disgregazione astrale, un fenomeno che può capitare soprattutto in un momento storico come era nel 2015 dove i termini e le condizioni aggregative per il centro sinistra erano particolarmente complicate.

Per le ragioni espresse all’inizio ritengo che per tutte le forze del centro sinistra ormai non sia più rimandabile la costruzione di un programma comune sia in termini di fattiva proposta delle opposizioni in consiglio comunale e sia nella elaborazione di un vero e proprio programma elettorale, per creare una nuova alternativa a questo sistema che oggi governa Lerici. Responsabilmente ci dobbiamo adoperare da subito alla costruzione di un progetto comune che
guardi alla crescita, allo sviluppo, al miglioramento della vita e delle generali condizioni di benessere e di vivibilità di Lerici, nell’interesse non solo di una parte della nostra comunità mettendo al primo posto la solidarietà e la sussidiarietà.

Occorre allora un rinnovato slancio unitario per definire un nuovo programma di governo che sia frutto di un confronto aperto e sereno non solo tra tutte le forze politiche di centro sinistra ma aperto costantemente ai cittadini, all’associazionismo, al mondo del lavoro. Perché solo attraverso il contributo di idee che viene dal confronto quotidiano può decollare un progetto importante e ambizioso per il bene comune. E’ ora che il centro sinistra si rimbocchi unitariamente le maniche, mettendo definitivamente da una parte le incomprensioni e gli attriti che in passato hanno portato alla dispersione e alla frantumazione non solo dei voti, ma anche delle idee. I cittadini chiedono chiarezza e unione.

Emanuele Fresco, ex sindaco di Lerici, ora all'opposizione come capogruppi di 'Passione e competenza'

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure