Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 17 Ottobre - ore 23.55

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Cochrane, Paoletti: "Perizia falsa? Fate denuncia"

Frizione lampo in consiglio comunale tra maggioranza e opposizione. I dubbi di Fresco: "Chiusura operata seguendo criteri più cautelativi".

Cochrane, Paoletti: `Perizia falsa? Fate denuncia`

Golfo dei Poeti - Aspro passaggio sulla scuola dell'infanzia Cochrane di Pugliola, chiusa lo scorso 31 maggio con ordinanza sindacale urgente per ragioni di sicurezza (qui), e tutt'ora al palo. "Vorrei capire a che punto siamo e se l'amministrazione ha individuato la futura finalità della Cochrane", ha detto dai banchi dell'opposizione Andrea Ornati (Cambiamo in Comune). "Non ho voglia di essere preso in giro - gli ha replicato il sindaco, Leonardo Paoletti -. Abbiamo una relazione tecnica che ci ha dato un indirizzo da seguire inevitabilmente. La Cochrane sarà interessata da interventi mirati appena avremo le disponibilità di bilancio per poterli fare. Il futuro? Abbiamo verificato e detto che la struttura può essere destinata soltanto all'attività di scuola". Rimarcati i "notevoli investimenti che stiamo facendo sulle scuole", il primo cittadino ha passato la palla all'assessore ai Lavori pubblici, Marco Russo.

"Le verifiche sulla Cochrane - ha detto Russo - porteranno a un progetto definitivo di messa in sicurezza. Le criticità riscontrate nella perizia hanno condotto all'ordinanza di chiusura, naturalmente. Voglio anche vedere se uno la lascia aperta... purtroppo per strada si dà fiato alla bocca, si va in giro a dire che c'è stata una scossa di terremoto e alla scuola non è successo niente. L'ordinanza di chiusura era necessaria".

L'assessore e Fresco hanno dato vita a un animato confronto, con l'ex primo cittadino diviso tra la sala consiliare e il balconcino esterno, per via della sigaretta appena accesa - non prevedendo evidentemente l'innestarsi estemporaneo di un dibattito che gli sta a cuore -, l'ennesima di una lunga serata. "I parametri usati per le verifiche sono stati in assoluto quelli più cautelativi", ha incalzato Fresco, che già nei mesi scorsi - in sede di consiglio e di commissione (qui) - si è detto convinto dell'assenza di condizioni di imminente pericolo alla Cochrane.
"Non possiamo lasciarla così com'è - gli ha risposto Russo -. Dovevamo fare come con la scuola Fiori, i cui problemi al tetto sono noti dal 2010, ma fino al nostro arrivo non si è fatto niente, lasciando esposte a rischio le persone che andavano al secondo piano?". Sferzante, infine, la chiosa di Paoletti: "Se avete motivi per ritenere che, in merito alla perizia sulla Cochrane, siano stati compiuti dei falsi, vi chiedo di avere gli attributi per fare le relative denunce. Dal canto nostro, di fronte a una relazione ben precisa, abbiamo agito di conseguenza".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure