Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 18 Gennaio - ore 22.38

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Attesa sulla Lerici Mare, alle porte un 2017 ricco di opere pubbliche

Intervista al sindaco Leonardo Paoletti. Dalla Ztl alle spiagge, da 'Mytiliade' e 'Lerici legge il mare' alle navette.

Attesa sulla Lerici Mare, alle porte un 2017 ricco di opere pubbliche

Golfo dei Poeti - A Lerici, all'amministrazione Paoletti manca un bel po' per arrivare nel mezzo del cammin di nostra vita, ma è altrettanto vero che ormai l'attuale percorso di governo comunale, partito nel giugno 2015, non è più di primo pelo. Ben fuori da acclimatamenti di ogni sorta, il momento è quindi propizio per fare quale riflessione e bilancio con il sindaco. Un buon punto di partenza è la Lerici Mare, la partecipata comunale - palazzo civico c'è dentro al 51% - che è stata subito 'aggredita' da Piazza Bacigalupi, fermamente convinta della natura sui generis della Srl, fatalmente drogata dalla revisione dei patti parasociali, nel gennaio 1998. L'intento del primo cittadino della sua maggioranza è sciogliere la società e affidare le spiagge a privati con un regolare bando europeo. Un grande balzo che il Tar, la scorsa primavera, ha cassato (vedi qui e qui), pur riconoscendo, attraverso un'ampia dissertazione, le storture interne alla Lerici Mare, al suo funzionamento, alle sue regole. Ebbene, oggi a che punto siamo?

Parola al sindaco: "Nonostante l’annullamento della delibera di consiglio comunale - spiega Paoletti a CDS -, deciso dal Tar con una sentenza che non condividiamo e che abbiamo appellato al Consiglio di Stato, lo stato di liquidazione della Lerici Mare è ancora in essere, dal momento che le delibere societarie che lo hanno stabilito non sono state sospese dagli organi giudiziari a cui i soci privati si sono rivolti. Durante questa stagione, i soci privati hanno continuato a gestire in proprio le spiagge, nonostante il liquidatore abbia ordinato che la gestione rientrasse nell’alveo della Lerici Mare. Abbiamo disdetto i patti parasociali, che consentivano loro una gestione autonoma delle spiagge in concessione alla Lerici Mare. Ora attendiamo che il liquidatore provveda a convocare un’assemblea per i necessari chiarimenti in merito. Ma soprattutto aspettiamo fiduciosi l’esito del procedimento di appello che si è concluso di fronte al Consiglio di Stato lo scorso 22 settembre".

L'estate, si diceva. Si è chiusa un mesetto fa, ed è proprio il caso di tirare le somme.. "Il bilancio generale è positivo - osserva ancora il sindaco -. Questa stagione estiva ha portato un aumento delle presenze sul nostro territorio, la creazione di nuovi posti di lavoro e la stabilizzazione di quelli già in essere, grazie a una gestione degli orari della ztl più funzionale al flusso di visitatori. Abbiamo inoltre avuto conferma della correttezza della decisione di rendere biennali le nostre manifestazioni più importanti, Mytiliade e Lerici legge il mare. Siamo infatti riusciti a creare eventi di qualità, con la presenza di ospiti di livello internazionale, molto apprezzati dai visitatori, che hanno affollato tutti gli appuntamenti. Per un Comune come Lerici, è importante offrire a cittadini e turisti proposte che, alla prova dei fatti, risultano attirare il loro interessante. La riapertura dei due castelli con eventi di grande valore, come la mostra di Ogata e quella di Caselli, ben rappresenta la prospettiva di qualità dell’offerta culturale e turistica che vogliamo mantenere".

Zona a traffico limitato, già. Eterno grande tema lericino. Tra correttivi ed eliminazione anticipata, quale è la valutazione finale? Si è trovata la quadra?

"La maggiore apertura durante questa stagione della ztl non ha provocato particolari problematiche - assicura Paoletti -. Si conferma dunque corretta la linea che prevede una ztl limitata ai mesi estivi, con orari finalizzati ad agevolare i visitatori, anche provenienti dalle province vicine, che desiderano usufruire dei servizi e delle attrattive che offre il nostro territorio. Tengo a ribadire che la nostra Amministrazione è contraria a fare della ztl un totem. Si tratta di uno strumento che deve adeguarsi alle esigenze del periodo e che deve essere utilizzato con intelligenza ed elasticità per gestire il flusso turistico. Quest’anno abbiamo scelto ad esempio di aprirla anticipatamente, anche in funzione di Mytiliade, ben consapevoli che i flussi turistici del mese di settembre non necessitavano di proseguire ulteriormente con la restrizione. Ogni volta che riusciamo a trasmettere un messaggio di apertura, questo si trasforma in un vantaggio per il mondo del lavoro e dell’occupazione".

Non usciamo dal terreno della viabilità, non ancora. L'attuale amministrazione ha introdotto la novità del bus navetta a pagamento in vigore tutto l'anno. Nei mesi scorsi, il dibattito su questo argomento ha innescato un ping pong tra maggioranza e opposizione. Quest'ultima convinta che sia stato associato un obolo alle navette prima gratuite, palazzo civico lesto a ribadire che si tratta di servizi ben diversi. Molto semplicemente: le 'nuove' navette come vanno?

"L’introduzione della navetta al costo di 1 euro - dichiara a CDS il sindaco - è stata necessaria per garantire un servizio di collegamento interno chiesto da tempo dai nostri concittadini, in particolare quelli più anziani che, con difficoltà, si muovono verso il lungomare dalle zone alte di San Terenzo e Lerici. Si tratta di un servizio ancora limitato al collegamento di Lerici e San Terenzo, ma che ha come obiettivo la valutazione di un’estensione alle frazioni collinari. Non è stato introdotto nessun pagamento rispetto a un servizio gratuito, in quanto si tratta di un’attività del tutto nuova. Oggi esiste un servizio funzionale anche alle esigenze dei residenti, mentre in passato le navette esistevano solo nel periodo estivo. Le valutazioni sono ancora in corso, ma riteniamo l’esperimento assolutamente necessario e siamo felici di aver iniziato questo percorso".

Il 2016 è al rush finale. Ancora due mesi di lavoro, poi sarà tutta una storia di presepi e brindisi. Come si muoverà palazzo civico?

"Da qui a fine anno - così Paoletti - l’Amministrazione è impegnata nel preparare un 2017 durante il quale si vogliono realizzare importanti opere pubbliche, che riguardano in particolare la riqualificazione dei centri storici di Lerici e San Terenzo. Tra i temi che stiamo affrontando c’è quello della rivisitazione del Puc, attraverso l’adozione di una variante che vada a raggiungere l’obiettivo finale di recupero di residenzialità attraverso un’edilizia convenzionata, e il regolamento del decoro urbano e dei suoli pubblici. Verranno concretizzati progetti volti alla riqualificazione di Piazza Cesare Battisti e Piazza Brusacà a San Terenzo e sarà riaperta al transito pedonale la galleria che unisce Piazza Bacigalupi a Via Cavour a Lerici. A breve si avvieranno i lavori sul primo lotto della Marinella di San Terenzo e la messa in sicurezza delle ultime due spiagge San Giorgio dietro al Castello di Lerici, che vorremmo rendere di nuovo aperte al pubblico dalla prossima estate. Sono inoltre in procinto di iniziare i lavori di ristrutturazione del tetto e del solaio della scuola primaria Fiori di Lerici. Parallelamente è stata realizzata la progettazione per la messa in sicurezza di via Militare, nel tratto da Pugliola a Pitelli, che presenta ancora i danni dell’alluvione del 2010. Importanti risorse saranno destinate alla pulizia dei canali nei tratti collinari e in quelli in prossimità del mare e si procederà alla pubblicazione del bando per l’efficientamento e la riqualificazione degli impianti di illuminazione pubblica. Il parcheggio pubblico della Serra sarà ampliato e si lavorerà alla progettazione esecutiva di parcheggi interrati a Lerici e San Terenzo. Importanti risorse saranno inoltre destinate alla manutenzione delle frazioni e dei cimiteri. Sarà completato il processo di acquisizione di beni demaniali, come il Castello di Lerici in seguito alla messa in liquidazione del Consorzio, avviato con la precedente acquisizione dell’area del campo sportivo di Falconara e di quella di Maramozza.
Altri argomenti sulla nostra scrivania sono la riorganizzazione a pontili dello specchio acqueo di Lerici, così come il problema della collocazione delle barche in piazza Brusacà a San Terenzo. Già a Tellaro, dal 1° ottobre, è partita una gestione del deposito imbarcazioni alla Marina, finalmente controllata e disciplinata, in modo che Piazza 4 Novembre cessi di essere un vero e proprio rimessaggio di imbarcazioni, liberamente fruibile. Lavoreremo al progetto per la realizzazione del nuovo sentiero di Fiascherino e allo sviluppo della sentieristica e del turismo legato al trekking, pensando anche alla valorizzazione sotto il profilo turistico delle strutture militari storiche presenti sul nostro territorio".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure