Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 23 Aprile - ore 22.05

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Alberi abbattuti a Falconara, l'opposizione si rivolge alla Procura

I capigruppo Emanuele Fresco e Andrea Ornati: "Non ci sono carte che giustifichino l'intervento. E si tratta di un sito vincolato".

"Denigrato chi ha sollevato tema"
Alberi abbattuti a Falconara, l'opposizione si rivolge alla Procura

Golfo dei Poeti - Quegli alberi tagliati in prossimità del campo sportivo di Falconara proprio non tornano all'opposizione consiliare lericina, tant'è che i consiglieri Emanuele Fresco (Passione e competenza) e Andrea Ornati (Cambiamo in Comune) hanno deciso di presentare un esposto in Procura, depositato oggi, per vederci chiaro. Nel mirino dei due esponenti della minoranza, in particolare, c'è l'abbattimento di una ventina di pini avvenuta lo scorso autunno, successivamente all'inaugurazione del rinnovato 'Bibolini', tenutasi a inizio settembre di fronte al classico pubblico delle grandi occasioni. Abbattimenti che, si segnala nell'esposto curato dall'avvocato Michele Fiore, “non erano mai stati paventati né pubblicamente né nel corso dei dibattiti consiliari aventi ad oggetto il progetto in questione”.

A metà ottobre, nei giorni immediatamente successivi alla scoperta degli abbattimenti, il consigliere Fresco fa un accesso agli atti per trovare relativa documentazione. “Agli atti – segnalano l'ex sindaco e il capogruppo Ornati - non risultava depositata alcuna pratica attestante il conferimento dell’affidamento a ditte dell’intervento di abbattimento né alcuna perizia agronomica che certificasse la pericolosità delle alberature stesse né altro atto equipollente che esplicitasse le ragioni che avevano determinato un pubblico interesse o, comunque, l’esigenza di procedere al taglio della piante. Peraltro, essendo la zona sottoposta a vincolo paesaggistico, dovrebbe essere richiesta, ovviamente prima di procedere all’abbattimento delle alberature, specifica richiesta alla sovrintendenza onde ottenere, ove nulla osti, conseguente autorizzazione”. Carte, anche quest'ultime, di cui i due consiglieri rimarcano l'assenza. E alle richieste di chiarimenti fatte in consiglio, a mezzo stampa e via social non c'è stato “alcun riscontro circa eventuali comunicazioni, afferenti l’abbattimento delle alberature, nei confronti delle autorità preposte né risulta alcuna autorizzazione, neppure in forma semplificata”. Si legge inoltre che “la Giunta Municipale non forniva mai risposta di merito e, anzi, promuoveva un’azione denigratoria verso chi (consiglieri comunali, politici, cittadini) aveva avuto l’ardire di sollevare la questione”.

Il solo documento che i consiglieri sono riusciti a ottenere è una determina dell'agosto 2018 avente ad oggetto 'Abbattimento e potatura piante pericolanti presso loc. Narbostro /loc. Muggiano e pulizia da rovi e piante infestanti presso la loc. Falconara', lavori affidati alla ditta Green Wave per circa 16mila euro. "Per il resto non risultava altra documentazione attestante l’intervento. Successivamente, nonostante i ripetuti solleciti, non si aveva più alcun riscontro”. I capigruppo Fresco e Ornati hanno quindi presentato un esposto in Procura perché la magistratura faccia tutti gli accertamenti del caso sulla sforbiciata di Falconara e valuti eventuali profili di illiceità dell'azione amministrativa, violazioni di legge e relativi responsabili.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News