Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 27 Gennaio - ore 22.20

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Villa del Fodo sarà acquistata entro pochi mesi"

Paoletti in consiglio comunale: "La sua acquisizione è una certezza, sarà inaugurata prima della fine del mandato". Vara: "Deve diventare una ricchezza per il territorio".

"piena condivisione con anpi"
"Villa del Fodo sarà acquistata entro pochi mesi"

Golfo dei Poeti - “Spero e sono convinto che la villa del Fodo possa essere a disposizione dei lericini prima della fine di questo mandato e che possa essere inaugurata dal Presidente della Repubblica in quanto custode dei valori della Costituzione”. Così il sindaco Paoletti che nel corso dell'ultimo consiglio comunale ha risposto all'interpellanza presentata da Vara (Siamo il Golfo dei Poeti) in merito al futuro della storica struttura della Rocchetta che fu anche sede di una tipografia partigiana.
Nel suo intervento l'esponente dell'opposizione ha chiesto notizie sugli atti notarili propedeutici all'acquisizione dalla Villa Volpara da parte dell'ente e se sia stata presa in considerazione l'ipotesi di coinvolgere Anpi e Istituto comprensivo per i percorsi di gestione successivi. “Si tratta di un luogo di estremo valore storico e simbolico della Resistenza – ha sottolineato Vara – che rappresenta in modo completo le capacità dei resistenti lerici e spezzini che pensavano che non servissero solo le armi ma anche la comunicazione. Questo bene deve diventare una ricchezza del territorio”.

“E' notorio come l'amministrazione, ormai dal 2016, abbia aperto un capitolo di bilancio per l'acquisto di Villa Volpara. Lo ha fatto perché c'è piena conoscenza del suo valore, sia come simbolo dei valori fondanti della nostra democrazia che come ricordo di quei giovani che hanno dato il massimo sacrificio, ma anche per l'importanza che quel bene ha all'interno del nostro sistema di conoscenza e fruizione delle colline e della sentieristica locale. L'intera operazione – ha poi rimarcato – è partita insieme all'avvocato Pucci, presidente dell'Anpi, con cui fin dall'inizio si è ragionato sull'acquisto. Fin da subito abbiamo fermato a bilancio 230mila euro che a causa della Spendig Review non abbiamo potuto utilizzare fino a qualche mese fa. L'acquisto è una certezza e andrà a concludersi entro pochi mesi, così come sono certezze la condivisione della gestione con Anpi e i valori costituzionali del bene che entrerà nel sistema della sentieristica. Quanto alle risorse per la ristruttrazione e l'apertura – ha concluso il sindac – seguiremo le strade dei finanziamenti comunitari e regionali e dell'Art Bonus che è compatibile con l'operazione”.
Il consigliere Vara non si è detto soddisfatto vista la mancata risposta sugli incontri con i notai quindi la pratica tornerà come mozione nella prossima seduta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News