Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 16 Luglio - ore 23.18

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Scuole pericolose e perizie nascoste? Stop, o si va dal giudice"

A Lerici un'accesa commissione consiliare, tra progetti, spostamenti e sguardi al passato.

"Da opposizione proposte irrealizzabili"

Golfo dei Poeti - Aggiornamento della commissione consiliare a tema scuole stamani in Comune a Lerici. Al centro del dibattito, com'è noto, lo spostamento alla scuola Poggi degli alunni di media Mantegazza e materna Augenti, complici i lavori di messa in sicurezza, soprattutto in chiave antisismica, che l'amministrazione Paoletti intende intraprendere nei prossimi mesi. Come già accaduto ieri nel corso dell'audizione in consiglio di istituto, la giunta, rappresentata dagli assessori Marco Russo (Lavori pubblici) e Laura Toracca (Istruzione) - assente il sindaco Paoletti causa impegni istituzionali - ha ribadito la provvisorietà dei 'traslochi': "Gli alunni torneranno dove erano". L'opposizione - presenti i capigruppo De Luca e Fresco - ha annunciato una mozione che suggelli la transitorietà dei ricollocamenti per poi aprire il dibattito con una serie di osservazioni formulate dall'ex primo cittadino Fresco: "La scorsa commissione ci avete dato delle piantine imprecise e 'paciugate'. E ad oggi, non essendo stato approvato nemmeno il progetto definitivo, per la Mantegazza è difficile fare valutazioni tecnico politiche. Sulla Augenti avete cannato la pianificazione: il definitivo è pronto dallo scorso agosto, ma non è stato ancora approvato perché al momento manca l'autorizzazione della Soprintendenza... ("Lo approviamo oggi, un anno fa mancava la copertura economica", ha commentato Russo, ndr) mi chiedo in questo lungo arco di tempo quando siano state mandate le carte all'ente. Il tutto senza particolari certezze su quelli che saranno i tempi di bandi e inizio lavori. Ci chiedete controproposte ma in queste condizioni non è semplice formularle. Tuttavia dico - ancora Fresco -: alla Augenti sono previsti dieci mesi consecutivi di lavori tra adeguamento sismico del tetto, intervento sulle vie d'esodo e intonaci. Sarebbe stato meglio scaglionarli, sistemando la copertura nei mesi estivi ed eseguendo in altri periodi i restanti due cantieri, in modo da lasciare i bambini al loro posto". L'esponente del centrosinistra ha espresso inoltre l'opinione che "l'asilo nido debba essere spostato, e non certo alle medie dove andrà ora. Ho detto cento volte spostiamolo a Pozzuolo o un domani alla Cochrane". Idee bocciate come "irrealizzabili" dall'assessore Toracca, alla quale l'ex primo cittadino ha replicato spiegando che la sua riflessione era di natura generale, non strettamente riferita all'oggi: "L'ipotesi Cochrane - ha precisato - è provocatoria. Sarebbe un'ottima sede se non fosse stata lasciata a degradare". Cochrane che in ogni caso secondo Toracca "sarebbe soluzione ottimale per il nido - che merita senz'altro una collocazione migliore - ma purtroppo al momento non è stata ristrutturata". La De Luca ha poi rilanciato chiedendo valutazioni realistiche e un cronoprogramma in merito all'allestimento di spazi esterni alla Poggi per i bambini in arrivo dalla Augenti.

Accesi battibecchi sugli eventuali pericoli che gravano o sono gravati sulla testa degli alunni. "Dal punto di vista statico e strutturale - ha affermato Fresco - gli edifici scolastici non hanno problemi, sebbene ci siano delle vulnerabilità dal punto vista sismico, nessuno l'ha mai nascosto. Ma nessuna perizia - a proposito, tiratele fuori tutte, non solo quella della Fiori - parla di criticità tali da creare problemi per l'incolumità. Altrimenti potremmo farvi notare che governate da quattro anni e che avreste allora dovuto chiudere d'urgenza i plessi. Sarebbe opportuno farla finita con certe valutazioni e discorsi su perizie occultate, altrimenti sarà necessario rivolgersi a un ente terzo perché giudichi come stanno le cose". Su analoga lunghezza d'onda la De Luca: "Non ci sono carte che parlino di rischio crollo o pericoli imminenti, bisogna sgomberare il campo e rassicurare la popolazione. Ci fossero stati pericoli avreste dovuto chiudere. Chi ha amministrato prima di voi non ha nascosto nulla, ha fatto degli interventi, altri non ha potuto farli". Pronta la puntura di Russo: "Non è che non ha potuto farli: non li ha fatti. Guardi avanti De Luca, lei che con quel periodo non c'entra niente". Ancora l'assessore: "Dite che non ci sono problemi di sicurezza? Opinione vostra. I fatti dicono che le perizie, effettuate dal 2010, parlano di interventi necessari. Questa amministrazione non le ha lasciate 'dormienti', ma ha fatto la scelta politica di intraprendere un piano di messa in sicurezza degli edifici scolastici". "Ma quali 'dormienti', tra il 2010 e il 2012 la mia amministrazione ha fatto innumerevoli interventi sulle scuole e altri ne ha fatti Caluri", ha sbottato Fresco. Russo ha infine assicurato costanti aggiornamenti sul doppio iter progettuale, che dovrebbe concludersi entro l'estate.

E a margine della commissione non è mancato un pepato commento del sindaco: "Dall'opposizione proposte che sono pura astrazione. La Cochrane richiede più di un anno di lavori, 260mila euro in tutto, mentre a Pozzuolo servirebbe demolire per cercare di avere spazi idonei. Il fatto è che la minoranza sta semplicemente provando ad alzare un polverone per oscurare l'attività positiva di questa amministrazione comunale", afferma Paoletti, che conclude spiegando che "palazzo civico riceverà volentieri osservazioni e proposte da parte dei genitori degli alunni".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia































Lo Spezia 19/20 prende forma, secondo voi oggi è più forte o più debole del suo predecessore?











Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News