Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 26 Giugno - ore 22.20

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Lerici fa a meno di chi trasforma la strada in una discoteca"

Il sindaco Paoletti interviene personalmente dopo il polverone montato per la sanzione ad un locale di San Terenzo: "Ok tolleranza, ma no a chi opera in barba a ogni elementare norma di sicurezza".

"Rozze iniziative"
"Lerici fa a meno di chi trasforma la strada in una discoteca"

Golfo dei Poeti - “E' opportuno un mio intervento in merito alla questione del bar che a San Terenzo è stato sanzionato per aver ripetutamente organizzato una discoteca in strada, richiamando numerosi ragazzi, senza esserne autorizzato e, cosa ben più grave, senza garantire le condizioni minime per accogliere in sicurezza, nel proprio locale, i nostri ragazzi. Lerici può fare a meno di gestori che con una console e qualche luce stroboscopica trasformano la strada carrabile in discoteca, in barba alle rigorose normative oggi vigenti in materia di sicurezza urbana per gli intrattenimenti in zone pubbliche. Norme che impongono, tra l'altro, la predisposizione di piani di sicurezza da comunicarsi preventivamente a Prefettura e Questura”. Si apre così l'intervento del sindaco di Lerici, Leonardo Paoletti, in merito all'ordinanza scattata a carico di un locale santerenzino, fatto di cui CdS ha trattato in settimana (QUI).

“L'amministrazione comunale – scrive ancora il primo cittadino su Facebook - consente iniziative talvolta al limite della legalità al fine di garantire ai nostri ragazzi il giusto svago restando vicini a casa. Ma tale tolleranza non può spingersi a ignorare chi, pur gestendo un locale senza le necessarie superfici e localizzato al bordo di una strada di scorrimento viario, quindi in barba ad ogni elementare norma di sicurezza, sfrutta per il proprio tornaconto la voglia di divertimento dei ragazzi".

Il sindaco rileva che "purtroppo nel nostro Comune una politica poco lungimirante ha cancellato quelli che un tempo erano i luoghi dello svago. Consapevoli di ciò, noi amministratori, manteniamo un costante dialogo con quelle realtà che organizzano serate ma in zone sicure all'interno delle nostre aree pedonali. E ciò consapevoli che le famiglie apprezzano di poter mantenere in zona i ragazzi. Come, non dubito, apprezzino la responsabilità di un Sindaco che vieti rozze iniziative che nulla hanno a che fare con lo sviluppo turistico e ancor meno col sano e sicuro divertimento dei nostri giovani che, seppur giovani, hanno diritto ad una adeguata accoglienza”.

“Tengo a puntualizzare – conclude Paoletti - che i provvedimenti assunti sono conseguenti a violazioni di norme di legge e regolamentari accertate dalla Polizia Municipale e dai Carabinieri, con conseguente obbligo di sanzione e denuncia che prescindono dalla volontà del Sindaco (anche se dal Sindaco, nel presente caso, condivisi e auspicati)”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News