Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 06 Dicembre - ore 14.30

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Fascisti in Comune", sindaco querela Mecconi. E anche Ratti, per i pontili

A una settimana di distanza dall'assemblea in cui l'intellettuale lericino ha attaccato duramente l'amministrazione, ecco che il primo cittadino annuncia un'azione legale. Nel mirino anche il presidente della Marittima per una dichiarazione 'social'.

Il precedente Silva

Golfo dei Poeti - Leonardo Paoletti, sindaco di Lerici, non ci sta: querelati Bernardo Ratti e Beppe Mecconi. Il primo, presidente del Comitato di frazione di Lerici e della Società marittima di mutuo soccorso, è 'colpevole' di aver definito su Facebook “un'operazione meramente affaristica” il progetto di risistemazione della rada che contempla la messa a pontile di oltre 400 imbarcazioni. Il secondo, intellettuale già presidente del Consorzio del Castello, in lista con l'ex sindaco Fresco nel 2015, è invece finito nel mirino del primo cittadino per aver pubblicamente dato dei fascisti ( vedi qui) agli attuali amministratori comunali all'assemblea tenutasi domenica scorsa con l'obbiettivo di rilanciare a proposta delle sinistre locali.

“Un sindaco – ha annunciato Paoletti stamani su Facebook - sopporta quasi quotidianamente quella quota di meschina umanità che nulla produce se non un inutile brusio di fondo fatto di polemiche di basso profilo ma anche di falsità. Quando poi un sindaco abbatte un sistema di potere anche economico e lavora bene nell'interesse comune, è quasi naturale che scateni, in quella quota di umanità di per sé incline all'odio, reazioni scomposte. Ed è per tale inclinazione, e per ragioni (diverse) ai più ben chiare, che tal Beppe Mecconi mi ha pubblicamente apostrofato col titolo di 'fascista' e tal Bernardo Ratti scrive che il progetto della rada a pontili è una operazione affaristica. Come già fatto per tale Stefano Silva, che mi ha accusato di interessi privati in atti pubblici, anche questi due amici verranno messi in condizione di fornire la prova di ciò che affermano in pubblica udienza di fronte ad un magistrato della Repubblica. Tutto tollero ma non che la comunità che amministro possa anche solo dubitare della mia onestà e dei miei valori democratici. Anticipo i polemisti precisando che le querele saranno presentate e sostenute senza gravare sul bilancio pubblico”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News