Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 18 Febbraio - ore 16.11

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"A Lerici il Pd chiama le sinistre all'unità e poi va nozze col centrodestra"

Intervento dei gruppi di opposizione lericina 'Cambiamo in Comune' e 'Passione e competenza', rappresentati in consiglio comunale da Andrea Ornati ed Emanuele Fresco.

"A Lerici il Pd chiama le sinistre all'unità e poi va nozze col centrodestra"

Golfo dei Poeti - Martedì 5 novembre in sede di Commissione la Capogruppo PD Maria Chiara De Luca depositava un documento sul Parco di Montemarcello sottoscritto insieme a noi salvo fare una clamorosa retromarcia nel successivo Consiglio comunale accodandosi all’Amministrazione anche a seguito di una singolare commissione richiesta dalla Capogruppo Gianstefani,a nome della maggioranza ,convocata frettolosamente e fatta mezz’ora prima del Consiglio Comunale , senza che peraltro fosse proposta alcuna novità di rilievo rispetto al precedente incontro – lo dichiarano I Consiglieri di minoranza Fresco e Ornati, criticando aspramente il comportamento della collega De Luca del PD - Ci vuole davvero del coraggio a dichiarare a mezzo stampa, mistificando la realtà come non mai, che il consiglio comunale abbia votato compatto contro la chiusura del Parco!

Ma quando mai!

Il Sindaco ha sempre sostenuto chiaramente e pubblicamente la tesi che “ o si accettano le posizioni di Lerici sulla riforma oppure Lerici esce dal parco e ne chiede la sua chiusura “

Da noi si direbbe “O beva o nega”.

Del resto Paoletti (come anche Russo e Gianstefani) non hanno mai fatto mistero (e anzi non perdono l’occasione di farcelo sapere a mezzo social) di ritenersi molto vicini ad Andrea Costa, firmatario di una proposta di legge per l’abolizione del Parco che da mesi tiene banco sulla stampa e al centro di uno scontro politico al calor bianco.

Il PD in Regione conduce una sacrosanta battaglia contro la proposta di Costa e la loro Capogruppo nel Comune che vanta il maggior territorio all’interno del Parco vota il documento degli uomini di Costa.

Il capolavoro, però, la De Luca lo compie nel momento in cui, addirittura, vota, contro il documento delle minoranze che lei stessa aveva sottoscritto.

Non avevamo mai assistito ad una Consigliera che facesse opposizione a sé stessa!

Se non parlassimo di questioni serissime e gravissime ci sarebbe da farsi una risata.

La stessa risata che si è fatta la maggioranza di fronte alla richiesta della De Luca di apporre la propria firma e il simbolo della Lista Golfo dei Poeti sul documento promosso da Gianstefani & C..

La scena della Capogruppo PD col cappello in mano al cospetto della maggioranza lascia sgomenti.

A questo punto consigliamo alla De Luca di passare direttamente con la maggioranza con cui, con ogni evidenza, ha più punti in comune che con noi.

Del resto, è proprio di questi giorni la notizia che la Capogruppo del PD è nuovamente candidata al Consiglio di Istituto, nella Lista che annovera tra i candidati sostenitori della Giunta in carica e persone notoriamente di destra.

Al contempo chiediamo al PD se il comportamento della De Luca sia frutto di un preciso mandato ricevuto dagli organismi dirigenti, se è condiviso dal gruppo dirigente locale ed extralocale, se gli altri consiglieri (che peraltro non partecipano mai ai Consigli Comunali, indebolendo notevolmente il ruolo delle minoranze) sono al corrente dell' azione del proprio gruppo in ambito consiliare.

Avremmo piacere di avere una risposta formale e pubblica, perché è assolutamente inutile il richiamo all’unità che stancamente il PD continua a proporre per la costruzione di un’alternativa al Centrodestra se i suoi principali rappresentanti col Centrodestra ci vanno a nozze.

Cambiare idea in politica, come nella vita, è legittimo.

Magari fatecelo sapere.

Da par nostro continueremo, a questo punto ovviamente senza il contributo (si fa per dire) della De Luca, che non possiamo più considerare neppure opposizione, la battaglia contro questa Giunta Municipale e, in parallelo, la costruzione di un progetto politico alternativo a Paoletti e Sammartano, guardando, certamente, anche all’inclusione di tutti quegli iscritti ed esponenti del Pd che non si sentono rappresentati dalle posizioni della Capogruppo del PD in Consiglio Comunale.

I gruppi consiliari

Cambiamo in Comune
Passione e Competenza

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News