Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 18 Settembre - ore 23.58

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Tre Giraglia nel Palmares, ora in decadenza alle Grazie

Pignorata, Susanna II attende un eventuale compratore. A settembre l'asta del tribunale.

90mila euro
Tre Giraglia nel Palmares, ora in decadenza alle Grazie

Golfo dei Poeti - Un'attempata signora del mare cerca qualcuno che con amore le rifaccia trucco e parrucco restituendole la bellezza perduta. Si chiama Susanna II, è stata costruita nel 1964 dal Cantiere Sangermani di Lavagna e ora, pignorata, è ormeggiata alle Grazie, da dove attenderà fiduciosa un eventuale compratore in occasione dell'asta online in programma a settembre, sotto l'egida dell'Istituto vendite giudiziarie della Spezia. Iscritta dal 1992 al registro della Capitaneria di Porto di Roma, Susanna II - 19 metri di yacht a vela da regata con motore ausiliario - venne progettata dall'inglese Laurent Giles (1901-1969), archistar del settore. E ha un passato illustre, avendo vinto per tre anni di fila, negli anni Sessanta, la regata della Giraglia, storica competizione organizzata sin dal 1953 dagli Yacht Club italiano e francese e ancora oggi affermata realtà griffata Rolex. Per molti anni unica regata mediterranea, il suo attuale percorso va da Saint Tropez a Genova passando per l'isola corsa di Giraglia, in tutto circa 240 miglia marine.

Certo, a un passato di gioie patinate fa da contraltare un presente di abbandono. Vernici della coperta completamente saltate, vele logore, interni da sistemare, impianti e motore da revisionare. Insomma: per tornare a navigare, Susanna II dovrà essere del tutto restaurata sia all'interno sia all'esterno, come si spiega nella perizia redatta dall'ing. Taddei, consulente del tribunale della Spezia, che ha stimato il valore del bene in 90mila euro, prezzo base dell'asta di settembre. Nel documento si spiega che potenziali compratori potrebbe essere scoraggiati dal fatto che non sono noti i costi dell'ingente restauro necessario, e si consigli quindi di sottoporre Susanna II ad agenzie internazionali specializzate nel prendersi cura di queste imbarcazioni (Sandemany, Ancasta, Bernard Gallay). Sempre in perizia, si segnala che barche del genere, però restaurate a dovere, vanno anche a mezzo milione. Ad ogni modo, gara online al via il 14 settembre, chiusura due settimane più tardi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News