Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 22 Agosto - ore 22.40

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Spiagge Lerici: "Forse opportuna proroga a vecchi concessionari"

Lo dice Rete imprese Italia: "Massima attenzione ai tempi, e occhio a offerte scintillanti". Ieri sera botta e risposta in apertura di consiglio tra Paoletti e opposizione.

Spiagge Lerici: `Forse opportuna proroga a vecchi concessionari`

Golfo dei Poeti - Conto alla rovescia per la pubblicazione dei bandi per l'affidamento a privati delle sette spiagge libere attrezzate del litorale di Lerici. Il tema ha lambito anche il consiglio comunale di ieri sera quando, in occasione delle comunicazioni di inizio assemblea, i consiglieri Emanuele Fresco (Passione e competenza) e Andrea Ornati (Cambiamo in Comune) hanno lamentato il mancato inserimento nell'ordine del giorno della mozione urgente presentata dalle opposizioni per sostenere l'inserimento nei bandi di una clausola sociale volta a salvaguardare l'occupazione dei lavoratori delle spiagge, circa cinquanta persone.

"Dite pubblicamente che produciamo pochi atti - ha incalzato Fresco -, però poi tenete fuori le nostre mozioni dal consiglio. Sarebbe gradito ben altro atteggiamento". E al sindaco Leonardo Paoletti, che ha risposto segnalando ragioni tecniche (la mancata decorrenza di dieci giorni dalla presentazione del testo) e parlando di "mozione fuori tempo massimo, se volevate discutere della clausola sarebbe anche stato utile, ma prima: ormai stiamo concludendo il lavoro sui bandi", ha risposto Ornati: "Veramente, di clausola di garanzia abbiamo già parlato un anno e mezzo fa, con un emendamento bocciato dalla maggioranza. Tant'è che risulta anche poco rispettoso dire che vi impegnerete per salvaguardare i lavoratori avendo bocciato un emendamento del genere. Non sono decorsi dieci giorni? Ho memoria di mozioni discusse anche se non protocollate e di episodi non proprio rituali che comunque non hanno fatto ribaltare nessuno sulla sedia".

Di spiagge lericine oggi ha parlato anche Rete imprese, in rappresentanza delle associazioni di categoria CNA, Confartigianato, Confcommercio e Confesercenti. "L’assegnazione delle spiagge precedentemente gestite dalla Lerici Mare, a seguito della liquidazione della società partecipata stessa - si legge in una nota -, non è ancora stata definita e il tempo stringe".

La voce unificata delle associazioni di categoria spiega che "pur considerando la linea intrapresa dal Comune nelle proprie rivendicazioni economiche come legittima, è utile ricordare che i gestori, soci della partecipata comunale, hanno sempre mantenuto gli impegni presi e condotto con attenzione e cura le aree del litorale in affidamento. Ora il problema è la vicinanza temporale all’inizio della stagione balneare e l’esigenza di trovare nuovi affidatari in grado di assicurare un livello di gestione adeguato al precedente, considerando che un’impresa turistica balneare è un’attività che richiede professionalità ed investimenti in attrezzature e beni e personale addestrato. La capacità attrattiva e la valutazione di una destinazione turistica sul mare è dato spesso dal livello qualitativo delle imprese che operano nel settore balneare".

Prosegue RtI: "Ricordiamo anche che affidarsi a meri calcoli di apparente convenienza economica espone a rischi notevoli le amministrazioni e i beni oggetto di concessione. Il recente 'Caso Lamia' deve indurre a riflettere: non vorremmo che, per qualche euro in più, Portovenere finisse per patire un nuova ferita come quella delle rovine dell'hotel San Pietro. L'affidabilità dei gestori deve essere la variabile imprescindibile per ogni assegnazione. Assai più che il luccichio di offerte scintillanti che spesso rimangono allettanti solo sulla carta. Sollecitiamo dunque l’amministrazione comunale lericina nel lavorare per tempo, certi della volontà e capacità di compiere scelte adeguate al mantenersi e affermarsi ulteriormente della capacità attrattiva del litorale di Lerici. In caso contrario, sarebbe forse opportuno sedersi nuovamente al tavolo con i vecchi concessionari e negoziare una proroga di almeno una stagione, assieme ai punti che l'amministrazione desidera rivedere. Diciamo questo convinti rispecchi l'interesse di tutte le parti coinvolte. I fruitori del nostro mare prima di tutti".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure