Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 20 Agosto - ore 14.49

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Lerici: Irpef più pesante di 350mila euro, ma la Tasi si dimezza

E c'è la novità dell'imposta di soggiorno, che in tre anni, questo si stima, porterà quasi un milione di euro.

TASSE
Lerici: Irpef più pesante di 350mila euro, ma la Tasi si dimezza

Golfo dei Poeti - Cambiamenti in vista in materi di tributi a Lerici. Lo si intuisce andando a infilare il naso tra le pieghe del bilancio di previsione che a marzo sarà discusso in sede di consiglio comunale. Tra le modifiche che balzano all'occhio, il futuro appesantimento dell'Irpef. Se nel 2018 è prevista la conferma delle aliquote, e di conseguenza entrate per 535mila euro, dal 2019 in avanti Palazzo civico conta di incamerare ben di più: 880mila euro. "Tenuto conto del fatto che il Comune applica tariffe tra le più basse del panorama provinciale si ritiene opportuno adeguarle": questa la valutazione dell'amministrazione comunale.

Ma se l'addizionale Irpef sale, la Tasi scende. Quest'anno il Tributo sui servizi indivisibili - così dice la previsione - peserà nelle tasche dei lericini per 1 milione e 420mila euro. Ma dal 2019, si legge nella documentazione di Piazza Bacigalupi, non sarà più consentita l'applicazione dello 0.8 per mille sui fabbricati diversi dalle abitazioni principali. Morale? Dal 2019 entreranno 720mila euro, la metà.

Quest'anno poi le casse comunali cominceranno a giovarsi dell'imposta di soggiorno, partita il 1° gennaio: nel 2018 si stima che porterà 260mila euro, nel 2019 360mila euro, e sempre 360mila nel 2020.

La tassa rifiuti nel 2018 si conferma complessivamente di poco al di sotto dei 3 milioni. Alle porte l'introduzione della tariffa puntuale, in grado di intensificare la differenziazione dei materiali e premiare i conferitori virtuosi.

I valori della tassa per l'occupazione dei suolo pubblico sono al palo dal 2003. Nel 2018 l'imposta frutterà 200mila euro alle pubbliche casse. "A partire dal 2019 - senti l'amministrazione - si valuterà l'applicazione del canone per occupazione suolo pubblico con adeguamento delle tariffe in linea con quanto avviene in territori limitrofi".

La voce più sostanziosa è l'Imu. Nel 2018 si prevedono entrate per circa 9 milioni e 140mila euro; se ne stima una crescita fino ai 9 e mezzo del 2020. Da mettere a referto anche 500mila euro all'anno, nell'arco del triennio, di recupero di Imu evasa.

Le tasse nel 2018 porteranno oltre 14 milioni nel bilancio lericino, che ha entrate per circa 27 milioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










Ecco lo Spezia 2018/19, che campionato farà?


































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News