Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 18 Luglio - ore 22.30

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Bando affitti e vincolo nel Puc: "Lerici deve fare concorrenza ai vicini"

Obbiettivo residenzialità per l'amministrazione comunale guidata dal sindaco Paoletti. Servizi, contributi e soluzioni urbanistiche per trattenere residenti e conquistarne nuovi. A breve in consiglio comunale la norma 'copiata' da Cortina

Bando affitti e vincolo nel Puc: "Lerici deve fare concorrenza ai vicini"

Golfo dei Poeti - C'è ancora qualche giorno di tempo per partecipare al bando (QUESTO) con il quale il Comune di Lerici intende elargire un contributo per pagare l'affitto. Duecento ero al mese, per cinque anni: non male. Una mossa, quella dell'amministrazione guidata dal sindaco Leonardo Paoletti, volta a recuperare residenti all'interno di un territorio comunale che ogni anno vede diminuire la popolazione, vuoi per il saldo negativo tra chi nasce e chi passa a miglior vita, vuoi per l'emigrazione in zone limitrofe dove le locazioni sono più clementi. Il bando, di cui è grande promotore il consigliere comunale Marco Muro, che ha delega a famiglia e residenzialità, ha un occhio di riguardo per le famiglie numerose ed è logicamente rivolto a chi non risiede nel Lericino. Diciassette le richieste fin qui pervenute, e una decina di interessati ha chiesto informazioni e potrebbe unirsi al gruppo. L'amministrazione premierà dieci richiedenti, ma non è escluso si possa raddoppiare, se il bilancio lo consentirà.

"Siamo soddisfatti della risposta che sta avendo il bando - spiega il sindaco Paoletti, incontrato da CdS a Palazzo civico -, ma è solo una delle azioni portate avanti per promuovere la residenzialità nel territorio comunale. Un obbiettivo che, ad esempio, portiamo avanti migliorando i servizi scolastici. Abbiamo ridotto del 40 per cento il costo degli asili nido e diamo servizi di alto livello per quanto riguarda il trasporto, la mensa, l'offerta didattica. Pensiamo all'inglese gratuito dall'asilo alla terza media con professori madrelingua dell'International House. In un paio di settimane i bambini dell'asilo masticano l'inglese, siamo a livelli altissimi. In generale a scuola abbiamo deciso di fare meno progetti, ma di qualità assoluta".

La lotta per la residenzialità tocca anche il versante urbanistico. "Il regolamento urbanistico di recente approvazione prevede che gli immobili di nuova costruzione o quelli derivanti da frazionamenti - continua il primo cittadino - non abbiano superficie inferiore ai 50 metri quadrati, questo perché vogliamo siano fruibili per le famiglie. E nell'aggiornamento al Puc che stiamo per portare in consiglio comunale introdurremo un vincolo 25ennale a favore della residenzialità per le nuove edificazioni. Significa che per 25 anni il nuovo immobile potrà essere acquistato solo da chi è residente a Lerici. Se si costruisce qualcosa di nuovo, lo si deve costruire per i residenti. Chi costruisce qui deve mettersi in testa che deve fare concorrenza ad Arcola e ad Ameglia. Non è un'idea nuova: lo hanno già fatto i Comuni di Cortina e Asiago, che vivono problemi demografici simili ai nostri. La norma era stata impugnata dai costruttori, ma il Consiglio di Stato ha detto che è legittima, in quanto il Puc non si occupa solo di urbanistica ma anche di temi socioeconomici del territorio".

Confronto a tre: gli affitti

Il bando affitti, di fatto, consentirà ai destinatari del contributo di pagare locazioni in linea con quelle dell'Arcolano e dell'Amegliese. E già, perché l'iniziativa lericina si muove proprio ben conoscendo quanto gli affitti del territorio siano salati, e come, di conseguenza, spostarsi un minimo - magari a Romito - possa essere salvifico. Come sempre, a parlare sono i numeri. In questo caso quelli dell'Agenzia delle Entrate, in particolare dell'Osservatorio immobiliare Omi.
A Lerici e San Terenzo - dato aggiornato a metà 2017 - gli affitti per case 'civili' (definizione adottata da Omi per quegli immobili, di larga diffusione, tra quelli di fattura economica e quelli signorili) vanno dagli 8 ai 12 euro. Nell'arco Solaro, Pugliola, Pozzuolo, Falconara e Santa Teresa sono tra i 7 e i 10 al metro. Situazione più light nelle cinghialesche aree a edificazione sparsa del Caprione: dai 4 ai 6 euro al metro.

Il quadro si alleggerisce notevolmente sconfinando in terra arcolana, dove si resta tra i 5 e i 7.5 al metro, che si tratti di Arcola paese, di Ressora o del Ponte (5-7.5), di Romito e Baccano (5-6.5), della piana e della zona industriale (5-7). Certo, Romito - con tutto rispetto - non ha il Golfo in faccia. Ma Parigi (avere un tetto sostenibile sopra la testa) val bene la messa di qualche risveglio in meno col mare a un passo.
Ameglia? A Montemarcello la situazione è prevedibilmente... lericina: dai 7.5 ai 10 euro al metro. Nel resto del territorio le locazioni sono invece più leggere, anche se non come nell'Arcolano. Ameglia paese 5.5-8 euro al metro, Cafaggio e Camisano 5.5-8, zona Caprione 5.5-7.5.

Per fare un esempio - e collocandoci nel bel mezzo agli intervalli proposti dall'Omi -, se prendessimo un appartamento da 60 metri quadrati questo avrebbe una locazione mensile di 600 euro a Lerici, di 345 euro a Romito, di 405 mensili al Cafaggio. Ma il canone lericino, in caso di conquista del contributo, calerebbe a 400 euro fino al 31 dicembre 2022.
Qui tutto sul bando: www.comune.lerici.sp.it/po/mostra_news.php?id=648&area=H

Il mattone

Tanto vale toccare anche il tasto del valore al metro, che vede Lerici surclassare i vicini. Il capoluogo comunale va, sempre per le abitazioni civili, dai 2.400 ai 3.500 euro. San Terenzo sta tra i 2.100 e i 3.100. Solaro, Pugliola, Pozzuolo, Falconara e Santa Teresa? 2.400-3.400. Valori che si ritrovano soltanto nella pregiata Montemarcello (2.500-3.500), ma per il resto i numeri di Amegliese e Arcolano sono altra storia. Ameglia paese, Cafaggio e Camisano sono tra i 1.300 e i 1.900. Stessa storia per Romito e Baccano, ultralight Ponte-Ressora (1.100-1.650) e Arcola centro storico e piana arcolana (900-1.300). Complice l'aggiornamento del Puc di prossima approvazione, chi costruirà a lerici - potendo vendere per un quarto di secolo soltanto ai residenti - giocoforza dovrà togliere un po' di patina dorata dal metro quadro. "Ci sarà una riduzione dei costi dei terreni edificabili e il mercato si adeguerà ai Comuni circostanti - chiude il sindaco -, posizionandosi sugli stessi prezzi di Arcola e Ameglia".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










Come ogni estate, non c'è un giorno senza sagre. Che ne pensate?

































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News