Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 13 Dicembre - ore 08.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Un tesoro sotto il mare, Lerici cerca l'intesa con la Soprintendenza | Foto

Una convenzione per promuovere il parco archeologico della Caletta, scoperto negli anni Novanta.

Un tesoro sotto il mare, Lerici cerca l´intesa con la Soprintendenza<span class=´linkFotoA1´ style=´color: #000´> | <a href=´/fotogallery/parco-archeologico-della-caletta-2482_1.aspx´ class=´FotoVideoA1´ style=´Font-size: 33px´>Foto</a></span>

Golfo dei Poeti - Alla Caletta di Lerici giace un antico tesoro subacqueo. Preziosi brandelli di un naufragio che ci parlano di un mondo che non c'è più. Tutto è cominciato negli anni Novanta, quando fu segnalata la presenza di tre corpi lapidei di forma cilindrica, di potenziale interesse archeologico. La Caletta, seno che si apre nel litorale orientale lericino, divenne così oggetto di campagne di scavo finanziate con fondi ministeriali (circa 680mila euro). L'indagine conoscitiva avviata dalla Soprintendenza portò al ritrovamento di alcune parti di colonne romane nonché dei resti di una nave lapidaria risalente, secondo le stime, al I secolo dopo Cristo e affondata nel corso di una traversata da Carrara alla Provenza con un carico di marmo bianco. Le analisi effettuate consentirono di stabilire che si trattava di marmo proveniente dalle Alpi Apuane, le cave dell'antica Luni. Il seguito il sito, denominato Parco subacqueo archeologico della Caletta, è stato riconosciuto di importanza archeologica e tutelato dal Ministero dei beni e delle attività culturali, entrando a far parte di un itinerario subacqueo di interesse naturalistico, oltre che archeologico, per la presenza di rare varietà di flora e fauna marina, quali le gorgonie e le cifree, che hanno trovato un sito incontaminato per lo sviluppo grazie ai divieti di ancoraggio e di attività subacquea.

Ebbene, l'amministrazione comunale di Lerici vuole valorizzare questo tesoro sotto il pelo dell'acqua, ritenuto un "patrimonio di notevole interesse storico/culturale che può essere motore di un più ampio sviluppo turistico del territorio". In quest'ottica la giunta comunale guidata dal sindaco Leonardo Paoletti ha approvato la convenzione con cui vorrebbe legarsi alla Soprintendenza per portare avanti un "esercizio coordinato e integrato delle attività di gestione, fruizione e promozione del sito archeologico sottomarino di baia della Caletta", come si legge nelle carte.

Nella convenzione elaborata da Palazzo civico, si immagina che le attività di valorizzazione e fruizione (gestione del sistema integrato di visita, pubblicità, promozione e comunicazione, allestimento di percorso didattico sommerso) saranno oggetto di attuazione da parte del Comune o di un concessionario individuato dal Comune stesso. "Piazza Bacigalupi - si legge nella convenzione - potrà individuare, a seguito di procedura ad evidenza pubblica, un soggetto o più soggetti associati con le caratteristiche idonee allo svolgimento dell'attività di valorizzazione del sito archegologico". E toccherà alla Soprintendenza la formazione degli operatori.

Per quanto concerne il sostegno finanziario del progetto, "la Soprintendenza - prosegue il testo - si impegna a collaborare con il Comune e/o con altri enti per promuovere ogni iniziativa atta al reperimento di forme di promozione e sostentamento, tra cui lo sviluppo condiviso di progetti integrati di finanziamento anche comunitari. Le parti convengono sin d’ora che gli introiti derivanti dall’attuazione delle attività di valorizzazione saranno in parte destinati ad attività promozionali finalizzate alla migliore valorizzazione e fruibilità del sito".

Durata della convenzione? Fino al 31 dicembre 2020. Si attende quindi l'autografo del dottor Vincenzo Tinè, soprintendente per la Liguria, al fianco di quello del sindaco Leonardo Paoletti, per dare il via a una suggestiva esperienza di promozione e valorizzazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fotogallery

Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure