Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 16 Ottobre - ore 17.21

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Vandali in azione a Lerici, arte sotto attacco

Prese di mira due sculture e un'installazione. L'opera di Carlo Bacci recuperata dalla scarpata, ricerche in corso per quella di Tamberi dedicata a Tonelli padre.

Vandali in azione a Lerici, arte sotto attacco

Golfo dei Poeti - Brutti episodi dalle parti del castello di Lerici. Incursioni di vandali in questi giorni hanno infatti preso di mira una serie di opere d'arte. Una scultura del tellarese Carlo Bacci, dedicata a Filippo Tommaso Marinetti, già oltraggiata a colpi di spray, è stata gettata giù per la scarpata del maniero, lato mare. L'opera, comprata da Banca Intesa e donata al Comune di Lerici, nel 2003 era stata il primo tassello del giardino delle sculture del castello, intuizione di Beppe Mecconi. “L'avevo concepita per l'interno del Comune – spiega l'artista -, non tanto per una collocazione esterna. Certo, mi ha fatto piacere vederla inaugurare il giardino delle sculture, ma la sua destinazione ideale è un'altra. E' importante, le opere sono come dei figli. Mi farebbe piacere che ora questa amministrazione, che si è dimostrata attenta all'arte, valutasse una collocazione all'interno del Comune”. La scultura, una volta scagliata lungo la scarpata, è rimasta insidiosamente in bilico sovrastando scogli assai frequentati dai giovani bagnanti. Un cittadino l'ha notata e ha segnalato la situazione insidiosa al Comitato di frazione lericino, che ha allertato Palazzo civico, in particolare l'Assessorato ai Lavori pubblici, che ha organizzato il recupero dell'opera.

Altro fattaccio: dal castello - in questi giorni assediato per via di Mytiliade - è scomparsa un'installazione di Mario Tamberi dedicata a Francesco Tonelli, padre di Angelo, poeta, fornaio e partigiano. 'Il sole di tutti' – questo il titolo dell'opera – è scomparsa dal giardino artistico della fortificazione. Il fondato timore è che anch'essa sia stata oggetto di un lancio verso la scogliera. Indagini e ricerche – anche con l'utilizzo di droni - sono in corso con la speranza di avvistare il famoso tempietto contenente un sole inciso su materiale marmoreo. "Se non fosse trovata, sosterremo il rifacimento dell'opera - spiega il sindaco Leonardo Paoletti -. E lanciamo un messaggio chiaro: non ci arrendiamo al vandalismo".

E non finisce qui. Nel mirino dei barbari sono finiti anche i leggii dell'installazione 'Leggendo il mare' di Giuliano Diofili, con versi di Angelo Tonelli, Giuseppe Conte, Tomaso Kemeny e Massimo Maggari, realizzata con il patrocinio della Dino Olivetti Foundation a memoria della manifestazione 'Argonauti nel Golfo degli dei' (2006) e collocata dietro il molo di Lerici. A darne notizia, sul suo profilo Facebook, Angelo Tonelli, noto studioso e poeta locale. “Quale mai demone demenziale attraversa le menti di qualche imbecille?”, si è domandato Tonelli. I leggii sono stati restaurati dagli operai comunali e saranno ripristinati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'opera di Carlo Bacci dedicata a Marinetti lanciata verso la scogliera Archivio CdS


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News