Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 23 Settembre - ore 21.47

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Grotta Byron diventa un ring, denunciato per lesioni personali

Tutto è cominciato in un caldo lunedì di luglio, quello appena passato, quando tra due gruppetti di ragazzi è partito un battibecco nel pressi della caletta di Grotta Byron per poi degenerare in calci e pugni.

botte tra giovanissimi
Grotta Byron diventa un ring, denunciato per lesioni personali

Golfo dei Poeti - "Cos'hai da guardare? Ti serve qualcosa?". Poche parole che hanno fatto scatenare tafferugli in Grotta Byron qualche giorno fa. E il bilancio, per la giovane età delle persone coinvolte è pesante: un diciannovenne dovrà rispondere di lesioni personali e furto, mentre, un diciassettenne è tornato a casa con i segni delle percosse e lesioni guaribili in una decina di giorni. A operare sui fatti sono i carabinieri.
Tutto è cominciato in un caldo lunedì di luglio, quello appena passato, quando tra due gruppetti di ragazzi è partito un battibecco nel pressi della caletta di Grotta Byron per poi degenerare in calci e pugni.
In un primo momento sembrava che si trattasse di una rissa in piena regola, quindi con più persone coinvolte, invece è emerso che calci e pugni sono stati rivolti a un 17enne da un 19enne.
Le prime parole violente e gli spintoni hanno fatto allarmare anche altri bagnanti presenti che hanno immediatamente chiamato i carabinieri. Mentre Grotta Byron si trasformava in un ring tra i giovanissimi, alcuni, hanno filmato quello che stava accandendo fornendo poi materiale utile per ricostruire l'intera vicenda.
Ad avere la peggio è stato il 17enne che ha avuto la peggio è stato colpito al volto e alla testa. Per lui sono state necessarie le cure del pronto soccorso dell’ospedale Sant'Andrea della Spezia dove i medici gli hanno riscontrato contusioni al capo e ad uno zigomo, guaribili in 10 giorni.
Nel frattempo il 19enne si era allontanato dal luogo dell’aggressione, ma è stato fermato poco dopo dai carabinieri di Porto venere a bordo dell’autobus di linea che conduce alla Spezia a bordo del quale sono stati individuati, in sua compagnia, altri giovani presenti durante il pestaggio.
Sul bus, inoltre, e’ stato recuperato anche il cellulare, marca Asus, che nella confusione venutasi a creare durante il tafferuglio, è stato asportato dal citato maggiorenne dallo zainetto di un altro ragazzo.
Tutti i ragazzi fermati sono stati accompagnati in caserma a Porto Venere dove sono stati invitati a fornire la loro testimonianza, non senza aver prima avvisato i genitori ai quali, terminate le formalità, sono stati affidati.
In una nota dei carabinieri, l'epilogo della vicenda: "Pur essendo ancora al vaglio degli inquirenti la posizione di alcuni, dovendo visionare alcuni filmati prodotti con i telefoni cellulari, il ragazzo autore del ‘pestaggio’ è stato nel frattempo denunciato alla Procura della Repubblica della Spezia per lesioni personali e per furto di un telefono cellulare. Riguardo alle lesioni potranno intervenire, in sede di proposizione di querela, anche i genitori del ragazzo ferito".

"L’elevata presenza di turisti e bagnanti in alcuni giorni della settimana- si legge nella nota -, specie in talune fasce orarie, è oggetto di attento e continuo monitoraggio da parte dell’arma, nonché della Compagnia carabinieri della Spezia che interviene, laddove necessario e non solo a Porto Venere, con ulteriore personale per rendere piu’ efficaci i servizi di controllo e prevenzione sul territorio al fine di garantire sicurezza e tranquillità per chiunque voglia frequentare le coste ed i litorali spezzini".


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Carabinieri a Porto Venere
Carabinieri a Porto Venere
Carabinieri a Porto Venere


Notizie La Spezia




FOTOGALLERY






















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News