Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 18 Dicembre - ore 11.28

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Clandestini a bordo, saltano da un oblò per raggiungere Torre Scola

Due cittadini marocchini hanno tentato di sbarcare illegalmente in Italia da un cargo. Respinti al porto, appena fuori dalla diga si sono lanciati in mare in un tentativo disperato di raggiungere la terraferma.

Clandestini a bordo, saltano da un oblò per raggiungere Torre Scola

Golfo dei Poeti - Rocambolesco recupero in mare ieri pomeriggio poco fuori il varco a ponente del Golfo della Spezia. E' toccato agli uomini della Guardia Costiera ripescare due cittadini di origine marocchina che tentavano di raggiungere a nuoto la Torre Scola dopo essere saltati fuori dall'oblò di una nave mercantile. Un tuffo disperato, che seguiva il tentativo di sbarcare illegalmente in Italia già provato in due occasioni.
La prima volta a Genova, dove il cargo aveva attraccato in precedenza. I due - "clandestini" nel senso originario del termine, ovvero imbarcati all'insaputa dello stesso equipaggio della nave - erano stati fermati all'uscita del porto genovese e riaccompagnati in coperta. In questo caso la prassi impone che sia lo stesso comandante della nave a prendere in consegna le inattese presenze per sbarcarli solo una volta ritornati al porto di partenza.

Fatto sta che dopo Genova era previsto uno scalo anche alla Spezia, dove la scena si è ripetuta. Anche questo volta gli agenti dell'ufficio Polizia di frontiera hanno respinto i due magrebini che tentavano di sbarcare dandosi alla fuga. Di nuovo accompagnati a bordo, sono salpati insieme al cargo diretto verso la Tunisia e scortato da un'unità della Capitaneria di porto fino al mare aperto.
Prudenza che si è rivelata decisiva: usciti dal porto due sagome sono comparse da un oblò per lasciarsi cadere in mare. Erano ancora i due tenaci viaggiatori, che hanno tentato di raggiungere la terraferma a nuoto. Era inquesto caso il seicentesco Forte di San Giovanni, comunemente chiamata Torre Scola dagli spezzini, l'approdo più vicino. Ben prima però di toccare gli scogli, i due erano già stati recuperati dalla Guardia Costiera, riaccompagnati dentro la nave dagli agenti di Polizia nuovamente intervenuti e questa volta affidati definitivamente alla loro "crociera" verso l'Africa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure