Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 20 Luglio - ore 18.17

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Affondato lo yacht andato in fiamme alle Rosse | Foto

Tratti in salvo tutti gli occupanti. Sforzo corale per evitare danni ambientali.

25 METRI SOTTO IL MARE
Affondato lo yacht andato in fiamme alle Rosse

Golfo dei Poeti - Sono stati tutti tratti in salvo i cinque occupanti dell’unità da diporto di circa 23 metri che stamattina è stata avvolta improvvisamente dalle fiamme mentre si trovava nella zona delle “Rosse” al largo della punta di Porto Venere. In buono stato di salute sono stati trasferiti presso la sede della Guardia Costiera Spezzina.

La Capitaneria di Porto della Spezia, ha inviato sul posto tutti i mezzi dipendenti disponibili oltre ad allertare i vigili del fuoco per lo spegnimento delle fiamme ed un rimorchiatore portuale. Le operazioni di spegnimento si sono protratte per diverso tempo fino a quando l’unità è affondata al largo dell’Isola Palmaria su un fondale di circa 25 metri.

Sul posto anche il battello disinquinante “Tagis” del Consorzio Castalia inviato sul posto dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare – Direzione Generale della Protezione Natura su richiesta della Guardia Costiera, che ha operato in coordinamento con la Direzione Marittima della Liguria, il Reparto Ambientale Marino del Corpo delle Capitanerie di Porto e la stessa Direzione Generale Protezione Natura del citato dicastero dell’Ambiente.

E’ in arrivo un ulteriore mezzo specializzato nel disinquinamento della società Castalia proveniente da Genova richiesto dalla Capitaneria per coadiuvare le azioni di rimozione della residua iridescenza.

Dall’alto anche un velivolo della base elicotteri di Sarzana per monitorare le operazioni di disinquinamento che sono attualmente in corso, vista la leggera iridescenza che si è determinata nello specchio acqueo dopo l’affondamento dell’unità.

L’armatore dell’imbarcazione è stato diffidato affinchè provveda ad adottare ogni iniziativa volta a scongiurare ogni possibile conseguenza di carattere ambientale.

I residui quantitativi di combustibile a bordo sono costantemente monitorati via mare e attraverso un elicottero della Guardia Costiera.

La Capitaneria di Porto nella giornata di domani metterà a punto un piano di azione che dovrà essere attuato dal proprietario per la definitiva rimozione del relitto e, nel frattempo, garantirà la prevenzione sul posto di possibili inquinamenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fotogallery

Notizie La Spezia










Come ogni estate, non c'è un giorno senza sagre. Che ne pensate?

































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News