Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 21 Agosto - ore 22.50

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Liti in famiglia, violenze, stalking: situazione preoccupante"

Lo ha chiarito il comandante dei carabinieri di Lerici nel corso dell'incontro con la cittadinanza promosso dal Comitato di frazione: "Segnalare e denunciare, noi vogliamo essere d'aiuto".

"Liti in famiglia, violenze, stalking: situazione preoccupante"

Golfo dei Poeti - “Liti in famiglia e violenza sulle donne sono reati per i quali siamo assolutamente preoccupati. La nostra attenzione è alta”. Parla del comandante Massimo Censini, alla guida della stazione dei carabinieri di Lerici, intervenuto ieri all'assemblea a tema sicurezza tenutasi nella sala consiliare per iniziativa del Comitato di frazione del capoluogo. La vice comandante Ilaria Biselli ha fatto una panoramica normativa sul fenomeno dello stalking (“che si distingue dalla minaccia perché porta a modificare le abitudini di vita della vittima”) per poi illustrare l'efficace introduzione del Codice rosa e il prezioso impegno dei centri antiviolenza. “Nel corso del 2018 nel nostro territorio non ci sono state grosse denunce per stalking e violenze – ha detto la vice comandante -, ma sono state numerose le segnalazioni. E tutto solitamente parte da liti in famiglia. Tra moglie e marito, tra fidanzati e anche fuori dalla coppia, tra parenti, ad esempio tra madre e figlio. Il consiglio è denunciare e segnalare sempre: quello che ci riguarda in prima persona e le situazioni di cui siamo a conoscenza. Non bisogna avere timore di farlo, anche perché le forze dell'ordine garantiscono massima riservatezza a chi segnala sospetti ed episodi”.

Il comandante Censini ha spiegato che ogni notte, nel comprensorio Lerici-Val di Magra, si segnalano due-tre interventi dei carabinieri per liti in famiglia. “Dobbiamo avere la consapevolezza che il problema esiste - ha concluso -. E' tra noi, magari succede nella casa di fianco, riguarda le persone che incontriamo al supermercato. Segnalate, noi vogliamo aiutare, assieme alle istituzioni, ai centri antiviolenza”. E, quando il presidente del Comitato Bernardo Ratti ha chiesto se le liti in famiglia riguardino più gli italiano o gli stranieri, il comandante ha assicurato: “Purtroppo in quest'ambito i nostri connazionali si danno da fare”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News